Enrico Brignano, tra i dei più alti esponenti della comicità romana, ha un rapporto speciale con i genitori, come da egli stesso dichiarato.

Enrico Brignano non ha mai fatto mistero della propria vita privata, sia della famiglia costruita assieme alla compagna Flora Canto, che lo ha reso padre di due figli, sia di quella d’origine. Splendido è, infatti, il legame con i genitori, basato sui cari, antichi valori, una merce sempre più rara al giorno d’oggi. Andiamo così a conoscere meglio la mamma Anna e il papà Antonino.

Chi sono i genitori di Enrico Brignano

Enrico Brignano
Enrico Brignano

In un’intervista concessa a Domenica In da Mara Venier, l’artista romano ha parlato di un padre davvero dolce e soprattutto particolarmente premuroso nei confronti della sua famiglia. Purtroppo, è scomparso il 14 agosto 2011, portato via da una malattia contro la quale combatteva da diverso tempo. Antonino era venuto da solo in Italia dalla Tunisia, poi aveva aperto un negozio di frutteria e fece mille lavoretti per tirare avanti. Aveva fatto la terza elementare. 

Ha potuto scoprire la gioia di diventare nonna la signora Anna. In alcune occasioni ha speso parole al miele verso il figlio. Casalinga, ha avuto un bel daffare con Enrico, particolarmente vivace da bambino. Il lato simpaticone e giocherellone gli è rimasto ancora oggi ed è parecchio orgogliosa di lui. Abitando entrambi a Roma hanno spesso modo di vedersi e di coltivare un rapporto forte e solido.

2 curiosità sui genitori di Enrico Brignano

– Parlando della figura paterna, Enrico ha confessato a L’intervista da Maurizio Costanzo:  “non aveva memoria per le parole, quando si arrabbiava balbettava – zagagliava come si dice a Roma – e quindi non mi sapeva spiegare bene a parole, l’unica cosa che mi ha insegnato a parole sue era l’onestà…”.

– Ogni anno Enrico ricorda il papà sui social, con dediche commoventi: “Mi manchi. Ci manchi – recita un post del 2020 -. Sei stato la fonte d’ispirazione dei miei pezzi comici ma anche della mia vita: mi hai insegnato l’onestà, il rigore e il valore del sacrificio”, anche se l’attore ha un grande rimpianto: “non averti detto abbastanza quanto ti volessi bene e che tu non sia riuscito a conoscere tua nipote. Ma lei ti conoscerà. Presto le mostrerò questa tua foto e, quando la sentirò dire “nonno”, so già che piangerò di gioia. Come te, del resto. Perché sono certo che la sentirai, ovunque tu sia. Ci si sente, eh. Ciao Papà”.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 19-12-2021


Norma Martelli: tutto sulla moglie di Nicola Piovani

Luigi Bolle: chi era il padre di Roberto Bolle