Dalla politica alla lotta contro il cancro, cosa non sai di Emma Bonino ospite di Matrix

Leader del partito Radicale e quasi fuori dal cancro che l’ha devastata. Ecco chi è Emma Bonino, ospite della prima puntata di Matrix in onda in seconda serata il 14 aprile su Canale 5.


Logo Zalando 190x52

Emma Bonino sarà una delle prime ospiti di Matrix, condotto da Piero Chiambretti a partire da venerdì 14 aprile su Canale 5, con l’ausilio di Gene Gnocchi e Anna Maria Barbera. Leader del Partito Radicale, Emma Bonino è stata ministro degli Affari Esteri della Repubblica italiana nel Governo Letta dal 28 aprile 2013 al febbraio 2014. Chi ha vissuto e conosce bene la vita politica del Paese, sa anche quanto la Bonino rappresenti di certo una delle figure più importanti del radicalismo liberale italiano dell’età repubblicana. Questa è la ragione per cui vorremmo raccontarvi qualcosa di Emma Bonino che non tutti sanno…

Emma Bonino: la vita privata, gli studi e la malattia

  • Emma Bonino si è laureata in Lingue e Letterature Straniere all’Università Bocconi di Milano nel 1972, discutendo una tesi sull’autobiografia di Malcom X.
  • Non ama molto parlare della sua vita privata. Non si è mai sposata, ma ha avuto due relazioni importanti con due militanti radicali: Marcello Crivellini e Roberto Cicciomessere. Nel 2006 ha, inoltre, ammesso di aver avuto in affidamento due bambine negli anni ’70: Aurora e Rugiada.
  • Pur essendo di origine piemontese, da diversi anni vive a Roma: precisamente nel bel quartiere di Trastevere.
  • Nel 2015 ha scoperto di essere malata di cancro ai polmoni. Nel 2016, tuttavia, ha fatto sapere che la malattia, dopo vari cicli di chemio, è in remissione: “Credo di esserne quasi fuori. Ho ancora delle verifiche, ma credo che questo antipaticissimo signore, denominato tumore, anche molto maleducato perché io non è che lo avessi invitato ad abitare con me quando si è presentato, se ho capito bene, se ne sia andato”.
  • Per iniziativa del presidente della Repubblica italiana, nel 2015 Emma Bonina è stata nominata Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.

Emma Bonino e l’immigrazione

Ad inizio 2017, Emma Bonino ha intrapreso una nuova battaglia, ideologica e non, che riguarda l’immigrazione. Queste le sue parole: “Usciamo per strada, dobbiamo far capire alla gente che l’immigrazione non è una emergenza che finirà, starà con noi anche nelle prossime generazioni. D’altra parte, dobbiamo dire anche il nostro Paese ha bisogno di nuove energie”.