Quando conoscerete la durata dello smalto semipermanente Shellac sicuramente vorrete provarlo.

E’ bello avere cura delle proprie unghie, le mani sono il nostro biglietto da visita e come tali vanno coccolate con tanti trattamenti di bellezza specifici. Tra questi, l’applicazione dello smalto, disponibile in una vastissima gamma di colori adatti a tutte le esigenze, per conferire alle unghie un aspetto ordinato e curato. Se però lo smalto tradizionale tende a scheggiarsi con facilità, specie se svolgiamo lavori in cui usiamo molto le mani, esiste un prodotto assolutamente favoloso, in grado di resistere inalterato anche se ‘maltrattato’, ed è lo smalto semipermanente Shellac: sapere qual è la durata dello smalto semipermanente Shellac vi farà venire voglia di andare in un salone di bellezza per sottoporvi a questo eccezionale trattamento.

Lo smalto semipermanente Shellac si applica come un qualsiasi smalto (base + colore + top coat) e si fa asciugare in lampada come fosse un gel, ma differisce da quest’ultimo perché non rende l’unghia spessa e non ha bisogno di essere rimosso con la lima tradizionale o con quella elettrica, basta un solvente specifico applicato dall’estetista. Una seduta di applicazione di smalto semipermanente Shellac dura dai 20 ai 30 minuti, vi è la possibilità di scegliere tra una vastissima gamma di tonalità anche perlate o metallizzate e di combinarle tra di loro creando l’effetto layering che permette di ottenere altre colorazioni tutte molto interessanti.

Qual è la durata dello smalto semipermanente Shellac?

La durata dello smalto semipermanente Shellac varia dai 14 ai 21 giorni, periodo di tempo in cui la manicure è assolutamente perfetta, poi visto che inizia a vedersi la ricrescita in maniera evidente in corrispondenza della cuticola (anche se comunque non si scheggia nemmeno se si superano le tre settimane) è necessario rimuoverlo ed applicarlo nuovamente.

Se volete per le vostre unghie il non plus ultra per quanto riguarda lo smalto semipermanente, provate lo Shellac, e non ve ne pentirete.


Come fare nail art effetto pizzo

Come fare lo smalto cotto in casa