Dove conservare il cordone ombelicale in Italia

Un piccolo gesto potrebbe cambiare la vita di molte persone: si tratta della donazione del cordone ombelicale. Ecco perchè farlo, e dove si può conservare

chiudi

Caricamento Player...

Il cordone ombelicale che unisce un bambino a sua madre è ricchissimo delle cosiddette cellule staminali. Le cellule staminali possono essere fondamentali per la cura di molte gravi patologie, perchè sono identiche a quelle presenti nel midollo osseo.

Dunque pazienti ammalati di leucemia, talassemia, e altre patologie del sangue, potrebbe trovare un grande giovamento dall’innesto di queste cellule, che inoltre possono essere moltiplicate in vitro e dunque essere usate anche in soggetti adulti.

La donazione del cordone ombelicale è un gesto che non costa nulla e può essere di grande aiuto: quello che più difficile in Italia è conoscere le strutture sanitarie che si occupano della sua conservazione.

C’è però l’ADISCO (Associazione Donatrici Italiane Sangue Cordone Ombelicale) che sul suo sito consente di consultare una mappa di tutte le strutture predisposte alla conservazione del cordone: si può consultare a questo indirizzo.