Di sicuro l’abitudine di dormire nel lettone non può andare avanti per sempre, ma è davvero così sbagliato come qualcuno crede?

L’abitudine di dormire nel lettone insieme ai genitori è diffusa in molte popolazioni, anche se non sempre è vista di buon occhio. In realtà non si può definire se si tratti di una buona o una cattiva abitudine così a priori.

Arriverà il momento in cui il bambino imparerà ad addormentarsi da solo e riuscirà a diventare autonomo. La cosa più importante è non cercare di affrettare questo momento, ma seguire il bimbo nella sua crescita e aiutarlo a raggiungere l’indipendenza senza negargli dei momenti di condivisione.

Abitudine giusta o sbagliata?

Riguardo ai bambini che dormono nel lettone ognuno ha le sue idee, spesso contrastanti. Da un lato c’è chi afferma che si tratti di una cattiva abitudine che potrebbe compromettere l’autonomia del bambino. In realtà però bisogna considerare che dietro la voglia di condividere il lettone risiedono motivazioni molto profonde.

Dormire bene
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/famiglia-neonato-bambino-infante-2610205/

Alla base c’è l’ansia da separazione ed è normale che il bimbo voglia sentirsi al sicuro e protetto. Il suo bisogno di sicurezza, che già si manifesta durante il giorno, si intensifica all’approssimarsi del momento in cui bisogna andare a dormire. Queste paure tenderanno a svanire da sole nel tempo, ma mano che il piccolo imparerà a gestire la separazione dai genitori, e in particolare dalla madre.

Bimbi nel lettone: ma fino a che età?

Fino ai 2 anni e mezzo o anche 3, la percentuale di bambini che continuano a dormire con i genitori sia per tutta la notte, che per buona parte di essa è molto alta. Queste abitudini tendono poi a diminuire man mano che i bimbi crescono e in genere superati i 5 anni iniziano a dormire da soli senza voler ritornare nel lettone. Per alcuni però ci vuole più tempo e capita spesso che si finisca per condividere il lettone anche fino quando il bimbo è entrato in età scolare.

Famiglia che dorme nel lettone
Famiglia che dorme nel lettone

Così come vale per le altre questioni legate allo sviluppo, anche in questo caso non esiste un’età precisa in cui il bimbo diventa autonomo ed è in grado di dormire da solo. Il passaggio avviene in maniera molto graduale ed è importante accompagnare e sostenere il bambino in questa separazione senza troppa fretta.


Tagli di capelli per bambina ecco quelli che non tramonteranno mai

Arriva il bonus mamme single: ecco i requisiti