Uno dei primi desideri di una donna dopo il parto è di perdere il peso accumulato durante la gravidanza, ma qual è la dieta post parto più adeguata?

In seguito al parto il bisogno di sentirsi di nuovo bene con il proprio corpo è un desiderio comune per una donna, per questo spesso ci si domanda che tipo di dieta post parto sia più adatto seguire. Innanzitutto occorre premettere che per ritornare al peso che si aveva prima della gestazione possono essere necessari parecchi mesi, in alcuni casi fino ad un anno.

Per questo motivo è importante capire fin da subito che non bisogna farsi tentare da una dieta post gravidanza troppo drastica. L’obiettivo non deve essere quello di perdere peso velocemente, ma di farlo in maniera graduale combinando l’alimentazione post parto all’attività fisica. Vediamo qualche consiglio utile.

Dieta post parto: il momento giusto per iniziarla

Come abbiamo detto la dieta post gravidanza deve essere combinata al giusto esercizio fisico per essere efficace. Per questo motivo per iniziare la dieta in concomitanza alla ginnastica è necessario aspettare almeno sei settimane dopo aver partorito.

Ingrassare
Ingrassare

Nel caso in cui una donna volesse iniziare la dieta dopo un parto cesareo, dovrà invece aspettare fino a 12 settimane per poter iniziare a fare anche ginnastica. Oltre all’esercizio fisico, naturalmente per riuscire a perdere peso è importante prestare attenzione all’alimentazione, vediamo quindi come fare.

Dieta post gravidanza: come dimagrire senza seguire diete estreme

La cosa più importante per la dieta post gravidanza è iniziare a ridurre pian piano la quantità di calorie introdotte. Introducendo all’incirca 500 kcal in meno al giorno (rispetto a un fabbisogno medio di 2.000 kcal) si avrà una riduzione di peso intorno a 1 chilo a settimana. La dieta può essere mantenuta fino a raggiungere il proprio peso ideale, vale a dire quello che si aveva prima della gravidanza.

Invece, nel caso in cui la donna allatti al seno, dovrà tenere conto che circa 500 kcal sono necessarie per produrre il latte in quantità adeguata. Durante l’allattamento si avrà quindi una riduzione più veloce del peso, ma è ancora più importante ricordarsi di ridurre le calorie in maniera graduale. Inoltre, nel caso della dieta durante l’allattamento ci saranno altri accorgimenti da seguire per tutelare anche il bambino.

Dieta
Dieta

In ogni caso la cosa fondamentale è quindi non esagerare e seguire soprattutto un’alimentazione variegata. Ricordiamoci che accudire i figli potrà essere stressante dal punto di vista fisico e la neo mamma avrà quindi bisogno di una quantità adeguata di calorie. Per questo motivo non dovrà saltare nessun pasto, specialmente la colazione.

Per seguire una dieta equilibrata e avere allo stesso tempo una perdita di peso si potranno ridurre i grassi saturi, preferendo formaggi e carni magre. Anche evitare la frittura e optare per cotture a basso contenuto di grassi, come quella al vapore o al forno, sarà utile.

In una dieta post parto, nel menù settimanale non può mancare la frutta e la verdura. Mangiando frutta a piccole porzioni e più volte al giorno si può ‘spezzare l’appetito’ senza ricorrere a snack dolci o salati. In questo modo si introduce inoltre la giusta quantità di vitamine e acqua.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Coronavirus, test salivare per i bambini: la scoperta di un gruppo di ricercatrici

Quando inizia la dentizione del neonato e quali sono i suoi sintomi?