Dieta longevità è una corretta alimentazione del dottor Greger

Come eliminare la cattiva alimentazione? A spiegarcelo è il dottor Greger che, con i suoi studi, ci propone la dieta longevità

chiudi

Caricamento Player...

La dieta longevità sembra sia un ottimo metodo per eliminare le malattie provocate dalla cattiva alimentazione: ce lo spiega il giornalista Charles Wallace in un recente articolo apparso sul Financial Times dopo avere letto How Not to Die del dottor Michael Greger. Il dottore ha scritto un libro diventato Best seller in America, dopo numerosi studi su dieta e nutrizione pubblicati sul suo sito. Dagli studi condotti sembra che la causa di morte principale nella vita di tutti i giorni sia l’alimentazione, la cosiddetta dieta occidentale.

I consigli del dottor  Michael Greger

Nella prima parte del libro, Greger studia le 15 principali cause di morte tra cui cancro, malattie al cuore e Parkinson, analizzando il loro rapporto con ciò che mangiamo e beviamo.

Nella seconda parte del libro invece, il dottore ci suggerisce come la dieta può aiutare a prevenire alcuni di questi problemi: un’alimentazione ricca di frutta e verdura non guasta, anche se certamente non può essere l’unica soluzione a tutti i mali del mondo.

Molte persone mangiano broccolicavoletti di Bruxelles e cavoli perché sembra prevengano i tumori, ma queste verdure se sono congelate e poi cotte fanno solo male, in quanto perdono il sulforafano, un agente chiave anti-cancro. Se a queste verdure però si aggiunge un po’ di polvere di senape, pare che l’enzima mirosinasi si ripristini e riattivi il sulforafano.

Ma quali sono i cibi considerati migliori? Le patate dolci, i cereali integrali, il cavolo, gli spinaci, il radicchio, la rapa, l’aglio, il tofu, i fagioli, le lenticchie, i ceci, la frutta fresca e la frutta secca. Greger afferma inoltre, che il suo libro non è solo per vegetariani, ma ”è per chi vuole mangiare più sano”.

Un alimento che con aggiunto qualche chiodo di garafono diventa super antiossidate è la zuppa di avena, mentre luva spina indiana ha la capacità di ridurre la glicemia e il colesterolo cattivo.

Secondo la dieta longevità, pare siano da evitare pesce e carne in quanto contengono prodotti chimici tossici. Il dottor Greger non condivide l’uso degli integratori ma è a favore dei cibi integrali. Una recente ricerca da lui condotta ha dimostrato che gli integratori possono causare un aumento di calcio nel sangue e ciò comporterebbe l’aumento di attacchi di cuore e ictus.

Seguire la dieta longevità sembra non faccia altro che bene, allora cosa aspettiamo allora? Mangiare in modo un po’ più salutare porterà sicuramente dei buoni risultati.