Dieta liquida: ecco come depurarsi prima dell’estate!

Un regime alimentare molto restrittivo, ma che sembra avere efficacia. Scopriamo tutto sulla dieta liquida, l’ultima tendenza di questa estate!

Come si può intuire dal nome, la dieta liquida è un regime alimentare molto restrittivo che prevede esclusivamente l’assunzione di liquidi. Promette, in pochi giorni, di perdere quei chiletti di troppo che proprio ci danno fastidio, soprattutto con l’arrivo dell’estate. Il vero beneficio, poi, lo si ritrova nella completa depurazione del proprio organismo dopo un solo weekend.
Scopriamo allora di più su questa dieta, su come funziona e cosa prevede. Ricordate, comunque, che non va presa alla leggera e che è un regime estremo che andrebbe seguito sotto controllo medico e per non più di qualche giorno.

Le diverse tipologie: da quella più drastica a quella soft

Esistono 4 tipi di dieta liquida, distinte in base alla durata e alla rigidità del regime alimentare. Vediamo quali sono e cosa prevedono.

• Dieta liquida fruttariana e vegetariana: è la più estrema tra le diete liquide, in quanto prevede che nei 7 gg della sua durata vengano introdotti nel corpo solo frullati di frutta, centrifugati di verdure e acqua.

Dieta liquida
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/smoothie-succo-drink-cibo-3697014/

• Dieta liquida fredda: è la dieta che più da sollievo ed è utilizzata specie da coloro che hanno subito interventi come l’asportazione delle tonsille; prevede che per 7 gg si assumano alimenti freddi come yogurt o gelati;

• Dieta liquida ipocalorica: è la dieta più privativa di tutte: prevede infatti di assumere tra le 500 e le 800 calorie al giorno ed è usata dalle persone in sovrappeso che vogliono dimagrire prima di un intervento o che devono essere sotto strettissimo controllo medico.

• Dieta liquida ipercalorica: è la cosiddetta “alimentazione col sondino”, ossia quella che viene effettuata in ospedale tramite sondini nasogastrici nel caso di persone affette da persone con disturbi alimentari seri quali anoressia e bulimia.

Menù della dieta liquida: ecco cosa mangiare

La parola d’ordine è liquido. Vietati quindi tutti gli alimenti solidi o semi-solidi, a favore di sostanze fluide. Largo quindi a una grande varietà di centrifugati, vellutate, creme di verdure, succhi di frutta realizzati in casa (mai confezionati, perché sono pieni di zuccheri), che potete arricchire con delle spezie come zenzero, peperoncino, curcuma in polvere ecc.

Spazio anche a tè, tisane, infusi e succo d’acero, consigliato per la sua consistente dose di vitamine e che può essere usato anche come sostituto dello zucchero.

Dieta liquida: benefici e controindicazioni

La dieta liquida aiuta a migliorare le prestazioni del nostro metabolismo, risvegliandolo da un po’ di torpore. L’azione disintossicante, inoltre, è un toccasana per il corpo: centrifugati, zuppe e succhi consentono di liberare il corpo dalle tossine. L’azione benefica riguarda anche il fegato, che trae vantaggio da questo tipo di alimentazione.

Tè verde
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/t%C3%A8-verde-drink-cinese-ceramiche-2356770/

La controindicazione principale riguarda la possibile spossatezza e mancanza di energia che si può accusare durante il periodo di dieta. Non va infatti seguita per più di una settimana per evitare scompensi vitaminici nel proprio organismo, e in alcune persone è consigliabile non superare i due o tre giorni.

Come in tutti i casi quando si parla di diete, anche per questo regime è consigliabile chiedere un parere al proprio medico di fiducia o al nutrizionista prima di intraprendere il percorso nutrizionale. Se preferite poi una dieta meno drastica provate anche la dieta detox, perfetta per depurare il vostro organismo.

ultimo aggiornamento: 24-05-2019

X