Dayane Mello sta partecipando a un reality brasiliano chiamato La Fazenda, e nel corso delle riprese è stata pizzicata a parlare di Tommaso Zorzi. L’ex gieffino risponde alle sue parole con qualche storia su Instagram.

L’esperienza di Dayane Mello a La Fazenda, reality show ambientato in Brasile, si sta rivelando tutt’altro che rilassante. Dopo lo spiacevolissimo episodio che l’ha vista vittima delle avance assolutamente inopportune di un altro concorrente, infatti, l’ex concorrente del Grande Fratello Vip è stata pizzicata dalle telecamere mentre parlava di Tommaso Zorzi. Chiaramente la modella brasiliana stava parlando in portoghese, ma a tradurre le sue parole ci ha pensato il popolo di internet. La voce, ovviamente, è arrivata anche a Zorzi.

“Ho fatto un percorso lì per sei mesi, sono arrivata alla finale, va bene?” dice la Mello. “Il vincitore (Tommaso, ndr) non è più famoso di me. Capisci? Sono diventata più famosa, sono diventata molto famosa! Ma per quale motivo? Perché le persone si sono identificate con la persona che sono, non perché ero lì per vincere il premio finale. Capisci? Questo per me è gratificante.”

La risposta di Tommaso Zorzi

Zorzi decide di rendere pubblica la sua risposta attraverso una storia pubblicata sul proprio profilo Instagram. Il vincitore del GF Vip prende immediatamente le distanze dalle parole di Dayane Mello, ed evita di commentarle. Preferisce invece mostrare la sua solidarietà per le molestie di cui abbiamo parlato poco più su. “Riguardo la questione Dayane ho visto il video ed è abbastanza disturbante, tutta la mia solidarietà” dice Tommaso. “Mi dispiace tanto e mi fa schifo che le sia successa una roba così brutta sotto l’occhio delle telecamere. Se qualcuno ha visto questa cosa in diretta ci sarebbe dovuto essere un intervento immediato e questa persona eliminata, squalificata e denunciata.”

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 21-09-2021


GF Vip, Raffaella Fico racconta un aneddoto doloroso della relazione con Balotelli

La sfuriata di Amedeo Goria: “Non sono un porco”