Un pessimo studente, un figlio disubbidiente…una leggenda: Cristiano Ronaldo!

C’è chi dice che gli piacciano gli uomini, chi invidia le sue (bellissime) ex fidanzate e chi impallidisce di fronte al suo stipendio, ma chi è Cristiano Ronaldo?

Il 5 febbraio 1985 (Acquario), nella città più grande dell’isola di Madera, in Portogallo, nacque una leggenda: Cristiano Ronaldo. Era un pessimo studente, un figlio disubbidiente, uno che col suo pallone disturbava tutto il vicinato (che non era affatto contento)…nessuno forse si aspettava riuscisse ad arrivare così lontano nella vita! Oggi è uno dei calciatori di maggiore talento (e tra i più pagati), un’imprenditore di successo e un discreto playboy (in via di redenzione).

La sua carriera calcistica è sotto agli occhi di tutti, soprattutto visti i tanti successi, ma c’è molto di più da scoprire sulla sua vita privata…

CRISTIANO RONALDO
CRISTIANO RONALDO

Cristiano Ronaldo: fidanzata e vita privata

Georgina Rodriguez, classe 1995, è la giovanissima modella che fa coppia con CR7 dal 2016. Ex ballerina classica, ha un’avviata carriera nel mondo della moda. Inizialmente, nessuno ci avrebbe scommesso (visto il passato da latin lover di lui) eppure la giovane gli ha dato persino una figlia, Alana Martina, nata il 12 novembre 2017:

Siamo molto felici e grati a Dio per la salute della nostra piccola Alana Martina e naturalmente per quella dei nostri tre piccoli di casa, che non vedo l’ora di abbracciare e mangiare di baci”, hanno annunciato sui social.

I figli di Cristiano Ronaldo, con l’ultimo arrivato, sono 4: Cristiano Jr, Eva e Mateo (avuti da madre surrogata) e infine Alana Martina. I piccoli, Cristiano e Georgina appaiono spesso sul profilo Instagram del calciatore, felici e affiatati.

Non è chiaro chi sia la madre del primo figlio di Ronaldo, ma pare che lui ne abbia la custodia esclusiva. Il bambino stesso avrebbe dei dubbi, come aveva raccontato la mamma del calciatore, Maria Dolores Aveiro, a Diario de Noticias: “Cristaninho chiede spesso chi sia la sua mamma. (…) Se, quando sarà grande, vorrà conoscere l’identità della sua mamma biologica, sarà una sua decisione e nessuno glielo impedirà”.

X