Considerata la valuta del futuro, negli ultimi anni si è parlato molto di criptovalute, in particolare dei Bitcoin.

Apparso nel 2009, viene scambiato esclusivamente online, senza monete o banconote. Tuttavia, è molto reale e cresce di valore nel tempo. Il numero di siti web e negozi fisici che lo accettano come mezzo di pagamento aumenta di giorno in giorno. Inoltre, l’acquisto di Bitcoin può essere un investimento più che interessante.

Motivo per cui, è utilissimo reperire informazioni sui diversi motivi che dovrebbero spingerci a investire in Bitcoin. In primis, Bitcoin si basa sulla tecnologia blockchain, che, fino ad oggi, è considerata inviolabile. In sintesi, la blockchain è un protocollo informatico per transazioni crittografate e decentralizzate. Nello specifico, opera in una rete e senza intermediari, a differenza delle valute tradizionali controllate da banche e altri istituti finanziari. Inoltre, non dipende da un organismo centrale di regolamentazione. In termini di sicurezza e trasparenza, questa moneta immateriale ha, quindi, un netto vantaggio per i suoi detentori. Tuttavia, le valute virtuali stanno iniziando a essere regolamentate.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Bitcoin
Bitcoin

Come altre criptovalute, Bitcoin si basa anche su una vasta rete over-the-counter su internet.

Il fatto di acquistare Bitcoin contribuisce, perciò, allo sviluppo di un sistema monetario alternativo. Oltre ad essere decentralizzato, il sistema di cui stiamo parlando, è completamente gratuito. Con ogni transazione, viene aggiunto anche un nuovo blocco alla catena.

Di conseguenza, tutte le transazioni sono convalidate e tracciabili, il che è un altro asset innegabile di questa valuta.

Poiché Bitcoin può anche essere scambiato in tutto il mondo attraverso l’uso di uno smartphone, di un tablet o di un laptop, sta anche emergendo come mezzo di pagamento alternativo a livello internazionale. Oltre a ciò, specialmente in tempi di crisi, Bitcoin può svolgere il ruolo di rifugio sicuro. In ogni caso, Bitcoin, è una tipologia di investimento che richiede una riflessione preliminare.

Anche se è interessante e allettante investire in Bitcoin per il suo livello di redditività, una tale decisione richiede, sempre, una attenta riflessione in anticipo. In particolare, non è consigliabile considerare questo investimento dal punto di vista dei tempi di mercato. È, infatti, quasi impossibile fare una sintetica previsione dei prezzi di questa moneta virtuale.

Una volta presa la decisione, la prima cosa da fare è definire l’importo da investire in Bitcoin.

Cioè, non si dovrebbe, regola valida sempre, investire più di quanto ci si può permettere di perdere. Contrariamente, invece di realizzare un profitto, si potrebbero avere delle concrete preoccupazioni finanziarie nel lungo termine. Il passaggio successivo, consiste nell’aprire un conto in uno scambio, il quale dovrebbe essere facile da usare e gestire.

Per una maggiore sicurezza, si consiglia, ad esempio, il sito https://bitcoinup.io/it/, il quale, tra l’altro, propone un eccellente supporto clienti.

Oltre all’acquisto, ci sono altri modi per investire in Bitcoin, come, a titolo di esempio, investire nella blockchain, mentre il secondo potrebbe essere fare mining. Un portafoglio di criptovalute, è un posto sicuro per archiviare le proprie valute virtuali. Di solito, solo i trader lasciano Bitcoin in borsa e lo fanno in modo da poter acquistare e vendere più velocemente. Coloro che vogliono mantenere la criptovaluta come investimento, dovrebbero, invece, conservarla in modo più sicuro. Motivo per cui, se si sta pensando di acquistare Bitcoin, è essenziale scegliere un buon software che offra ampie garanzie in questa gestione. Sebbene sia interessante studiare il complesso funzionamento di Bitcoin, tuttavia, per l’utente medio non vengono richieste molte conoscenze per effettuare transazioni con questa tipologia di criptovaluta.

Con l’uso di una applicazione mobile e computer, l’utente ha un portafoglio che memorizza i codici di accesso Bitcoin disponibili, oltre che poter autorizzare gli utenti a inviare e ricevere denaro. Il software può essere scaricato gratuitamente e l’utente è responsabile dell’adozione di misure di sicurezza per lo stoccaggio della valuta digitale, come l’adozione di processi antivirus e di backup. In altre parole, concludendo, viene ad essere richiesto agli utenti di preoccuparsi dei processi di sicurezza.


Marketing nel 2021, come sta cambiando

Mal di schiena in estate: come prevenirlo e come trattarlo