Il Covid può essere trasmesso tramite l’allattamento al seno? Una ricerca italiana dimostra che il latte materno è sicuro. Ecco perché.

Come dimostrato da una ricerca scientifica pubblicata di recente sulla rivista Frontieres in Pediatrics, non c’è trasmissione del Covid attraverso il latte materno. In questo periodo segnato dall’emergenza Coronavirus, ancora più che durante la “normalità”, la preoccupazione maggiore per una mamma è la salute dei suoi figli. Il risultato di questa ricerca sembra dissipare le paure delle neo-mamme e delle future mamme in questo difficile periodo.

La ricerca, svolta da parte delle Città della Salute di Torino, è il risultato dell’analisi condotte da diversi laboratori ospedalieri, sia della Città della Salute, che dell’Ospedale San Luigi Gonzaga. Si tratta dello studio sulla correlazione tra latte materno e Covid che ha preso in considerazione più casi, rispetto a tutti quelli condotti finora in Europa.

Trasmissione del Covid nel latte materno: cosa dice lo studio

La ricerca è stata condotta attraverso l’analisi di campioni di latte provenienti da 14 mamme, che erano positive al Coronavirus in seguito al parto. Lo studio si è basato sulla ricerca dell’RNA del virus all’interno dei campioni di latte materno, per verificare se fosse possibile questo tipo di trasmissione.

Mamma con mascherina e neonato in braccio

I ricercatori hanno rilevato la presenza dell’RNA virale in uno solo dei 14 casi. Sulla base di questa indagine, quindi, nel caso in cui le madri siano positive, l’allattamento al seno non espone i neonati ad un rischio superiore.

Il direttore della Città della Salute di Torino, Ernico Bertino, ha spiegato che lo studio si allinea a ciò che raccomanda l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Di recente, infatti, l’OMS stessa aveva consigliato l’allattamento al seno anche alle madri che fossero risultate positive.

Proprietà del latte materno e correlazione con i virus

Lo studio non dimostra certo che il latte materno possa essere usato contro il Covid, ma come spiegato da uno dei ricercatori di questo studio, David Lembo, le ricerche sulle proprietà antivirali del latte proseguono da anni.

Allattamento
Allattamento

Studi futuri potrebbero quindi riuscire ad identificare nel latte materno, delle “componenti” in grado di tutelare i neonati dalle infezioni da parte di virus. Questo sarebbe in linea con la già nota funzione “protettiva” del latte materno che è in grado, infatti, di aiutare il bambino a sviluppare il proprio sistema immunitario.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
vetrina

ultimo aggiornamento: 30-09-2020


Come riconoscere le perdite da impianto dovute all’inizio della gravidanza

Quando è possibile il parto in acqua e quali sono i suoi benefici?