Tra i sintomi del Covid-19 ci sarebbe anche quello dei geloni alle mani e ai piedi almeno nei pazienti più giovani.

Abbiamo imparato quali sono i sintomi da Covid-19: febbre alta, dolori alla schiena e in ultimo, ma non meno importante, la perdita del gusto e dell’olfatto. A questi, però, alcune testimonianze di persone che hanno contratto il virus hanno ammesso anche di aver sofferto di lesioni cutanee.

Gelone ai piedi: quando si tratta di un sintomo da Covid-19

Avere delle lesioni cutanee può essere sintomo di aver contratto il virus? Non è propriamente così dal momento che non è stata ancora accertato del tutto questo nuovo sintomo, anche se molti hanno ammesso di averne sofferto. Non è chiaro, insomma, se queste lesioni siano provocate proprio dal virus oppure dalle cure mediche a cui i sintomatici sono sottoposti.

Secondo uno studio, che è stato pubblicato sulla rivista Journal of Europeam Academy of Dermatology and Venereology, infatti, sembra che questo sintomo sia stato riscontrato nel 20% dei malati di coronavirus.

Lo studio, inoltre, è stato portato avanti da Sebastiano Recalcati, dermatologo presso l’ospedale Alessandro Manzoni di Lecco che ha deciso di portare avanti le prime ricerche su questo fenomeno.

Uno studio, questo, che non è stato condotto solo in Italia ma anche negli Stati Uniti– dove hanno deciso di aprire anche un registro online per fotografare io vari sintomi – e in Spagna.

Sindrome di Raynaud
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/cappotto-freddo-carino-viso-15845/

Segni da Covid alle mani e ai piedi

Secondo molti studi, però, ancora non si è riusciti a risalire alle motivazioni che portano a questi sintomi. Si è visto, però, come nei giovani è possibile ritrovare i geloni non solo alle mani ma anche ai piedi. In questa situazioni le dita di mani e piedi diventano fredde e di colore viola. Perché si verifica questo? A causa di un non sufficiente afflusso di sangue.

Ovviamente va specificato che questi sono sintomi che si possono manifestare anche con le normali influenze stagionali e quindi non si deve andare subito in allarme. Nel caso in cui accade è opportuno contattare il proprio medico di fiducia e procedere con le opportune indagini.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2023 - DG

coronavirus

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 21-11-2020


Come combattere l’irritazione al viso causata dalla mascherina?

Che cos’è il test HPV e perché si deve fare?