Che cos’è color correcting

Se siete particolarmente abili con i colori potete provare il color correcting!

chiudi

Caricamento Player...

Il color correcting è una nuovissima frontiera del make up che già sta entusiasmando tantissime appassionate di trucco e se nelle passate stagioni su youtube sono proliferati i tutorial sul contouring tradizionale e sul clown contouring, ora queste due tecniche stanno lasciando il posto proprio al color correcting.

Il color correcting, meglio conosciuto come color correcting clash, è stato inventato e lanciato in rete da due beauty blogger molto conosciute, Nicole Concillo e Tiana Cosmetics, e consiste in un contouring eseguito utilizzando i correttori colorati al posto di quelli classici. La differenza sta nell’applicazione: il correttore tradizionale, quello beige, di solito va applicato sopra il fondotinta per mimetizzare le piccole imperfezioni, mentre con il color correcting i colori vengono stesi prima del fondotinta.

Con il color correcting clash si andrà a utilizzare il correttore rosa per illuminare una carnagione spenta, violetto per coprire le macchie molto scure, giallo o arancio per nascondere rispettivamente occhiaie poco evidenti o molto scure, e verde, quello maggiormente conosciuto, per spegnere i rossori, specie quelli della couperose. I colori, una volta applicati, andranno leggermente sfumati ed uniformati tra di loro con una spugnetta, e poi coperti con il fondotinta.

Il risultato è davvero sorprendente, e il bello è che in mancanza dei correttori si possono usare anche ombretti in crema o rossetti colorati, proprio come accade con il clown contouring. Che aspettate a provare anche voi il color correcting? Non potrete più farne a meno!