Una città di appena 700 abitanti che richiama i turisti di tutto il mondo grazie alle meravigliose architetture. Ecco cosa vedere a Barolo!

Bella d’estate e d’autunno, Barolo è uno dei borghi più belli d’Italia, situata su un piccolo altopiano in provincia di Cuneo. Nonostante le dimensioni ridotte – neanche 6 chilometri quadrati – ha una storia risalente al Medioevo e una cultura del vino radicata nel profondo delle sue origini. Scopriamo cosa vedere a Barolo, quali sono le attrazioni più suggestive e gli eventi imperdibili che ogni anno fanno tappa nella cittadina piemontese.

Ecco cosa vedere a Barolo

Non ci sono fonti storiche confermate circa la nascita della città di Barolo, ma sulla base delle architetture esistenti ancora oggi si presuppone che il primo insediamento risalga all’Alto Medioevo. Ecco le attrazioni imperdibili di Barolo immerse in un contesto naturalistico meraviglioso:

Castello Falletto Barolo

Situato in pieno centro città, la storia racconta che il castello Falletti sarebbe stato costruito intorno al Duecento anche se delle mura originarie oggi rimane ben poco. Pochi anni dopo sarebbe stato acquisito dalla famiglia Falletti che lo ha fatto diventare una dimora abitabile grazie ad un’importante ristrutturazione.

Barolo
Barolo

Nel corso dei secoli e degli anni sono stati fatti diversi restauri per mantenere le caratteristiche originarie della struttura e per permettere ai visitatori di assaporare la storia che vive al suo interno. La terrazza del castello è una di quelle location assolutamente da non perdere: da qui, infatti, si può godere di una vista mozzafiato con panorama le basse Langhe e i vigneti che la caratterizzano.

Castello della Volta

Poco fuori dalla cittadina si trova quest’altro meraviglioso castello che, a differenza del primo, non è però in ottimo stato di conservazione. Negli anni si sono susseguiti molteplici proprietari e dopo la scomparsa della dinastia Falletti (che deteneva anche questa proprietà) il declino è stato inevitabile.

La sua bellezza è però tangibile anche da lontano, soprattutto grazie al paesaggio circostante: è infatti inserito all’interno del verde e delle vigne di Barolo, nella strada che conduce a La Morra, un paese lì vicino.

Wine Museum (il Museo del Vino) a Barolo

Una città ricca di storia e di cultura per il vino non poteva che dedicare un museo ad uno dei vini più famosi in tutto il mondo: il barolo. All’interno di Castello Falletti, nel 2010 è stato aperto il museo del vino, proprio dentro la struttura in cui è nato, come tramanda la tradizione.

View this post on Instagram

A little taste of the rooms in our beautiful museum✨

A post shared by WINE MUSEUM BAROLO (@ilcastellodibarolo_wimu) on

Il Wine Museum ha l’obiettivo di raccontare la storia e la cultura del vino, radicata da secoli in questo territorio, grazie alle venticinque sale messe a disposizioni e situate in cinque differenti piani. Un viaggio meraviglioso attraverso la storia del luogo e del vino.

I festival a Barolo: da Collisioni a…

Ogni anno Barolo ospiti numerosi eventi tra mostre d’arte e concerti, ma il più famoso, conosciuto in tutta Italia ed anche in Europa è sicuramente il Collisioni Festival. Stiamo parlando di concerti per tutto il mese di luglio con artisti e cantanti provenienti da tutto il mondo.

La location, poi, non può che essere mozzafiato: all’interno della piazza principale, la piccola Piazza Colbert, i fan possono cantare a squarciagola le canzoni dei loro artisti preferiti, non senza aver prima assaporato un bicchiere di vino rosso e altri prodotti tipici, come il tartufo o la torta di nocciole!

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19

TAG:
lifestyle

ultimo aggiornamento: 28-06-2019


Instagram e il mondo della moda, come modelli e modelle riescono a ottenere seguaci e like

Le spiagge più colorate del mondo: perché la vita non è solo bianco o nero