Cosa significa taggare?

È un termine entrato in voga negli ultimi anni con il diffondersi dei social; ma cosa vuol dire taggare? Scopriamolo insieme!

Il verbo taggare deriva dall’inglese “to tag” che in italiano si può tradurre con “etichettare“. In Italia si è diffuso molto rapidamente quando l’utente dei social, in particolare Facebook, ha avuto l’opportunità di taggare qualcuno.

Questa azione consiste nel associare un profilo a immagini o video che vengono postati sui social; nel caso di Facebook si antepone la chiocciola@” al nome della persona o della pagina; nel caso di Instagram invece per taggare qualcuno o una pagina si antepone l’hashtag#” (il vecchio “cancelletto”), oppure sempre con la chiocciola per i profili.

  • Origini: dal verbo inglese “to tag”;
  • Dove si usa: nel mondo dei social;
  • Lingua: italiano, traducibile in tutte le lingue;
  • Diffusione: mondiale.

Ecco cosa si può etichettare

Generalmente tutto ciò che viene pubblicato sui social può avere un tag che rimanda a un profilo, una pagina o un sito web. Si può etichettare qualcuno sui post, su foto indicando la persona, sui video, nelle storie e negli stati d’animo.

Infatti il tag non è usato solo sui social ma anche su pagine web, giornali o articoli online. In questo caso più specifico il tag è una parola o una frase chiave che raggruppa tutto quello che riguarda quel tag.

Taggare social
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/twitter-facebook-insieme-292994/

Quando il tag viene cliccato da un utente viene portato su questi gruppi specifici nel quale sfogliando tra articoli, pagine e siti trovando anche altri tag e così via.

Esempi d’uso

Ci sono due tipi di esempi di uso dei tag, si può osservare l’uso nel parlato e l’uso pratico. I casi sono molti ma in questo caso vediamo quelli più comuni. Eccone alcuni:

Esempi nel dialogo

  • Ieri Marco mi ha taggato della foto che abbiamo fatto al mare;
  • Lucia mi tagga sempre nei post di Facebook e Instagram;
  • Lunedì ho cliccato sul tag “pizza” su un sito di cucina.

Esempi pratici per taggare qualcuno sui social

  • Facebook: si deve anteporre la chiocciola al nome, ovvero “@mariorossi” e vale per foto, video o post;
  • Instagram: per qualsiasi tag in questo caso basterà l’hashtag, o ancora la chiocciola, ovvero “@mariorossi” o “#mare“;
  • Twitter: qui si usa di nuovo la chiocciola ma usando il nome utente e non il nome della pagina, ovvero non “@MarioRossi” ma “@mario_rossi_95“.

Scopri anche cosa significa mise en place!

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/twitter-facebook-insieme-292994/

ultimo aggiornamento: 22-07-2019

X