È servito un tatuaggio, recitante “salty girl”, per riaccendere i riflettori sulla patologia genetica maggiormente diffusa in Italia.

“Salty girl”, letteralmente “ragazza salata”. Recita così un tatuaggio che ha iniziato a prendere piede nel corso degli ultimi anni, reso ancor più popolare da Rachele Somaschini, campionessa italiana di rally, la quale se lo è inciso sulla pelle. Con l’iniziativa #CorrerePerUnRespiro, la giovane sportiva ha deciso di fare un gesto concreto per sensibilizzare le persone su una malattia, contro la quale lei combatte da sempre. Dal momento in cui non è nata, non l’ha mai purtroppo lasciata “sola”. E storie come la sua ce ne sono parecchie, poiché va a sottintendere la patologia genetica maggiormente diffusa nei confini italiani, un disturbo che colpisce circa un individuo su 2.500. Per scoprirne il significato, prosegui con la lettura, in quanto te lo spiegheremo nei paragrafi, con un breve excursus storico della genesi e dello sviluppo della parola.  

  • Origine: dal latino “salsus”.
  • Dove viene usato: per indicare le persone affette da fibrosi cistica.
  • Lingua: inglese.
  • Diffusione: mondiale.

Il significato di salty

ragazza tatuaggio tatuatore spray

“Morirà presto il bambino la cui fronte sa di sale se baciata”. Questo antico proverbio tedesco, risalente al XVI secolo, indica una singolare cerimonia nell’Europa del Nord, dove si leccava la fronte dei neonati e dei bimbi. In caso di sapore salato, il piccolo era ritenuto stregato e destinato, perciò, a una morte precoce. Sebbene mancassero le conoscenze a sostegno della tesi,  il credo celava una profonda verità, scoperta negli anni Cinquanta, ovvero la caratteristica del sudore salato avvertita dalle madri mentre baciano i figli affetti da fibrosi cistica. Una malattia cronica, nota per gli effetti deleteri sia sull’apparato respiratorio sia su quello dirigente e riproduttivo.

Sfortunatamente, manca tuttora una cura, e il tattoo di Somaschini rappresenta pure un messaggio ai fan, affinché scelgano di contribuire economicamente alle ricerca, nella speranza di trovare, un giorno, una soluzione al problema. Un altro nome popolare che si sta battendo parecchio per la causa è Matteo Marzotto, il figlio di Marta Marzotto, tra gli ideatori della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica – Onlus.

Esempi d’uso

Ecco qualche esempio d’uso in casi pratici:

 “È una salty girl: combattiva e determinata”.

“Tatuarsi la scritta “salty girl” dimostra consapevolezza della propria condizione, ma, al tempo stesso, l’intenzione di non arrendersi”.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 24-12-2021


Quarta dose del vaccino anti-Covid: tutto quello che dobbiamo sapere

Come si gioca a Cluedo: regole, consigli e video dimostrativo