È venuta a mancare il 29 luglio del 2016, ma ancora oggi viene ricordata come la figura femminile più importante per il pittore Guttuso: ecco chi era Marta Marzotto!

Affascinante, di classe e distinta: nonostante provenisse da una famiglia povera, Marta Marzotto è riuscita a raggiungere la strada del successo con le sue stesse forze. È stata la musa ispiratrice di Guttuso, il pittore siciliano con cui ha intrapreso anche una lunga relazione, è stata condannata a otto mesi di carcere ed ha progettato una linea di gioielli tutta sua: ecco chi era realmente Marta Marzotto, la stilista e modella romagnola!

Chi era Marta Marzotto: la biografia

Nasce ad Albinea, in Emilia Romagna, il 24 febbraio del 1931 sotto il segno zodiacale dei Pesci. Marta è figlia di un casellante delle ferrovie di nome Guerrino, e di Alma Spadoni, una mondina.

Marta Marzotto
Marta Marzotto

Inizia a lavorare sin da giovane intraprendendo percorsi differenti: originariamente come mondina, poi come sarta e infine come modella. Sfila per atelier di alta moda fino a quando non diventa una figura importante per le opere di Renato Guttuso, un pittore siciliano.

La donna diventa, quindi, famosa nel mondo della moda e grazie al suo successo e al suo matrimonio con il conte Umberto Marzotto entra a far parte di un’ambiente benestante tanto da essere definita socialite. Muore il 29 luglio del 2016 a Milano presso La Madonnina, una casa di cura in cui era ricoverata a causa di una malattia.

Marta Marzotto: figli e marito

Sono tre i grandi amori che hanno fatto parte della vita di Marta Marzotto. Il primo è Umberto Marzotto con cui ha anche avuto ben cinque figli: Paola, Annalisa, Vittorio Emanuele, Maria Diamante e Matteo. La coppia è convolata a nozze il 18 dicembre del 1954 ed ha divorziato a distanza di qualche anno.

Successivamente ha frequentato per circa vent’anni il pittore Guttuso per poi intraprendere una conoscenza con Lucio Magri, un politico italiano. Anche con quest’ultimo la relazione ha avuto una durata di circa 10 anni.

8 curiosità su Marta Marzotto

-Il suo vero cognome non è Marzotto bensì Vacondio.

-Nel 2006 è stata accusata di aver utilizzato e riprodotto delle opere senza averne il titolo. L’accusa, però, è stata respinta dalla Corte d’Appello di Milano e la stilista ha così evitato otto mesi di carcere e 800 Euro di multa.

-I primi tre anni di vita li ha trascorsi con delle suore in un orfanotrofio.

-La Marzotto ha anche dato vita ad una linea di gioielli.

-Annalisa, la figlia avuta con Marzotto, è venuta a mancare nell’89 a causa della fibrosi cistica.

-Al suo funerale erano presenti molti personaggi dello spettacolo tra cui la modella Afef, Valeria Marini, Lele Mora ed Emilio Fede.

-Ha pubblicato diversi libri, l’ultimo nel 2016 intitolato Smeraldi a colazione.

-Le è anche stato dedicato un cortometraggio, dal titolo La musa inquieta, voluto dalla figlia Maria Diamante, in uscita nel 2021.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
afef Marta Marzotto valeria marini

ultimo aggiornamento: 29-07-2020


Chi è Matteo Ceccarini, compagno di Eva Riccobono (in 10 curiosità)

Sophie Turner: chi è la moglie di Joe Jonas diventata famosa per Game of Thrones