Utilizzato per intitolare una puntata della seguitissima serie tv sudcoreana Squid Game, il termine Gganbu cela un significato profondo.

Per il sesto episodio della fortunatissima serie tv sudcoreana Squid Game si è deciso di adottare un titolo dal profondo significato nella cultura locale: Gganbu. In questo articolo non andremo a soffermarci nello specifico sullo show di Netflix, ma ci sarà comunque di aiuto nell’afferrare il concetto. Analizzeremo la parola sia dal punto di vista etimologico sia dell’importante messaggio veicolato. Qualcosa di saggio, che sarebbe opportuno assimilare e comprendere nella sua reale essenza.

  • Origine: da uno slang utilizzato in Corea del Sud dagli Anni ’60 agli Anni ’80.
  • Dove viene usato: per indicare un amico speciale, di cui potersi fidare e con il quale condividere tutto.
  • Lingua: coreana.
  • Diffusione: mondiale.

Il significato di Gganbu

Come traspare dalla trama dello show, serve per indicare un forte legame che unisce due persone. Rappresenta un amico speciale, meritevole della nostra fiducia e con il quale ci sentiamo di poter condividere tutto, anche i nastri lati più nascosti. Esso deriva da uno slang utilizzato in Corea del Sud dagli anni Sessanta agli anni Ottanta.

In Squid Game sembrerebbe impossibile prendere in considerazione un elemento del genere: ogni partecipante gioca mosso da interessi personali, ben consapevole di dover pensare unicamente a sé stesso e di non potersi fidare di nessuno, data l’enorme posta in palio.

abbraccio ragazza amicizia
abbraccio ragazza amicizia

Eppure, una volta entrati a far parte consapevolmente del gioco, i protagonisti cominciano a stringere un’alleanza, sia per avere maggiori chance di portare a termine le prove, sia per non rimanere soli a metabolizzare il proseguimento di un gioco tanto terrificante da corrodere l’anima. Nonostante nei round di apertura i partecipanti abbiano il compito di affrontare esclusivamente prove individuali, riusciranno comunque a spalleggiarsi in qualche modo.

Esempi d’uso

Ecco qualche esempio d’uso in casi pratici:

“A chiunque servirebbe il proprio gganbu”.

“La fortuna di avere accanto un gganbu”.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 28-11-2021


Stampare da tablet si può: ecco come fare

Vuoi contattare Facebook? Ecco come fare