Ergodico è una parola nata nella fisica che oggi si utilizza anche per la narrativa: ecco cosa significa in questa accezione.

La parola ergodico è nata nell’ambito della fisica, ma oggi il suo impiego si è esteso anche nelle letteratura. Questo aggettivo si usa infatti per identificare un tipo di letteratura specifica. Vediamo dunque tutto quello che c’è da sapere su questo interessante vocabolo scoprendo in tal modo cosa vuole dire e quando si usa.

  • Origini: dall’ambito della fisica, per il quale non c’è una ricostruzione etimologica univoca. Una delle ipotesi più accreditate è quella che ne riconduce l’origine alla voce greca ergṓdēs, propriamente “difficile”. Altri ritengono che derivi dal tedesco ergodish, a sua volta derivato del sostantivo femminile die Ergode, che indica un particolare tipo di sistema meccanico. 
  • Quando si usa: in letteratura.
  • Lingua: italiano.
  • Diffusione: Italia.

Il significato di ergodico

libro aperto pagine
libro aperto pagine

L’aggettivo ergodico è nato – come già abbiamo detto – in ambito della fisica. Oggi viene però impiegato soprattutto in ambito letterario dove ha assunto un significato proprio. Qui si utilizza per rappresentare un tipo di letteratura che presenta una struttura narrativa oppure un’impaginazione non lineare. Dunque, il lettore ha un modo di fruizione differente rispetto a quello classico ed è portato a compiere operazioni non convenzionali per ricostruire la trama.

In ambito letterario, è stato usato per la prima volta dallo studioso norvegese Espen Aarseth nel suo libro Cybertext. Perspectives on Ergodic Literature (1997). L’uomo ha ripreso l’aggettivo dal lessico della fisica dove è stato introdotto dal matematico e fisico austriaco Ludwig Boltzmann. Nella fisica, quindi, la parola si riferisce a un “sistema o processo i cui valori medi calcolati nel tempo coincidono statisticamente con i valori medi calcolati su un grande numero di sistemi o processi uguali” (GRADIT).

Esempi d’uso

Vediamo quindi alcuni esempi d’uso in casi pratici per comprendere meglio il significato della parola:

Potremmo definire questo libro ergodico per via del modo in cui risulta scritto”.

Il romanzo che stai leggendo è un esempio perfetto di letteratura ergodica: ti suggerisco di arrivare fino in fondo nella lettura”.

Così come possiamo dire che Franco Arminio è l’inventore della paesologia, possiamo dire che Richard Wilhelm è un autore ergodico ”.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 06-09-2022


Piste ciclabili? Ecco le più apprezzate su Instagram

Spopola in Italia l’app social BeReal: cos’è e come funziona?