La parola coevo non è particolarmente utilizzata nel presente in quanto generalmente è sostituita da suoi sinonimi.

Sono tante le parole che fanno parte della lingua italiana che non si utilizzano tutti i giorni. Tra i termini in questione c’è di certo l’aggettivo coevo, un termine ormai poco impiegato a cui si preferiscono dei suoi sinonimi. Impariamo quindi tutto quello che c’è da sapere su questo termine che molte persone non conoscono. Scopriamo il suo significato e vediamo anche alcuni esempi d’uso per comprendere meglio il suo impiego.

  • Origini: dal tardo latino coaevus, composto da aevum (ossia “età, spazio di tempo”) e dal prefisso co-.
  • Quando si usa: si usa per indicare persone che sono vissute in uno stesso periodo storico.
  • Lingua: italiano.
  • Diffusione: Italia.

Il significato di coevo

dizionario
dizionario

Coevo è un aggettivo italiano che deriva dall’espressione del tardo latino “coaevus”, formata dal prefisso co- e da aevum (ossia “età, spazio di tempo”). La parola è sinonimo di contemporaneo e infatti si utilizza per indicare persone vissute nello stesso periodo di tempo. Il termine si usa dunque per identificare qualcuno che appartiene alla stessa età riferendosi in genere ad età passate.

Persone che sono vissute nella stessa epoca, dunque, sono coeve. In genere questa espressione si trova scritta in libri storici dove si parla di personaggi della storia passata come scrittori, poeti oppure artisti di altro genere. Al giorno d’oggi il vocabolo è poco utilizzato e al suo posto si impiegano altre parole come, ad esempio, il termine contemporaneo.

Esempi d’uso

Vediamo quindi alcuni esempi d’uso in casi pratici per riuscire a capire meglio il significato di questo termine italiano:

Gabriele D’Annunzio, coevo con Benito Mussolini, era un poeta davvero controverso per il periodo”.

Paul Gauguin era un pittore molto amico con Vincent Van Gogh, suo coevo altrettanto noto e rivoluzionario”.

Roberto Saviano, nostro coevo, è uno scrittore che vive sotto scorta dopo aver scritto libri in cui parla della mafia”.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 04-08-2022


Vaiolo delle scimmie: le linee guida del governo per i positivi e i contatti stretti

Quanto guadagna una commessa in Italia?