Scopriamo cosa sapere prima di rifarsi il naso: cosa si intende per rinoplastica, quali sono i costi e quali tipi di interventi esistono.

La rinoplastica non è solo uno degli interventi chirurgici estetici più richiesti, ma è anche uno dei più delicati. Il motivo è che si tratta di un intervento che non va a modificare soltanto l’aspetto del naso, ma anche quello di tutto il volto, non a caso si sente spesso dire che rifarsi il naso cambia il viso. Vediamo cosa sapere prima di rifarsi il naso: quali sono i costi, che generi di interventi esistono e per quali situazioni sono più indicati.

Rinoplastica, settoplastica e rinofiller

Quando si parla di rifarsi il naso in realtà si possono intendere diversi tipi di intervento. Da un lato abbiamo la rinoplastica, ovvero un intervento di chirurgia estetica volto a rimuovere eventuali difetti del naso. I difetti estetici possono consistere nella presenza di una gobba particolarmente accentuata o avvallamenti sulla sommità del naso. Altri difetti consistono nel naso aquilino (ovvero che punta verso il basso), naso a patata o nella presenza di narici troppo larghe.

operazione naso rinoplastica
operazione naso rinoplastica

Dall’altra parte abbiamo invece gli interventi di settoplastica che vengono eseguiti per correggere un disturbo che interferisce con la respirazione. Nella fattispecie l’operazione prevede di correggere un difetto o una deviazione del setto nasale. C’è poi una terza alternativa a questi due interventi distinti, ovvero la rinosettoplastica vale a dire l’associazione dei due interventi. In questo caso quando si esegue un intervento chirurgico con finalità terapeutiche si vanno a correggere anche i difetti estetici.

Oltre all’intervento di rinoplastica vero e proprio c’è anche una procedura meno drastica pensata per correggere difetti minori: il rinofiller. In questo caso non si tratta di un intervento vero e proprio, visto che non è necessario utilizzare il bisturi. La procedura prevede delle iniezioni di acido ialuronico o collagene per intervenire sulle irregolarità. Il rinofiller viene utilizzato per intervenire sul naso aquilino, andando a sollevare leggermente la punta del naso. Oppure per riempire eventuali avvallamenti o difetti del dorso del naso. In alcuni casi si ricorre alla tecnica per eseguire ulteriori ritocchi dopo una rinoplastica.

Quanto costa rifarsi il naso

Il costo dipende dal tipo di intervento, ad esempio nel caso del rinofiller si va dai 300 ai 500 euro a seduta. Il prezzo di una rinoplastica, invece, è molto più variabile e dipende dalla complessità specifica dell’intervento. In linea di massima i costi si aggirano tra 3mila e 6mila euro.

ultimo aggiornamento: 15-08-2021


Quali sono le cause della carenza di ferro?

Cosa scatena la sitofobia? Quello che c’è da sapere sulla paura del cibo