Il conduttore radiofonico ha raccontato i fatti ospitato da Eleonora Daniele a Storie Italiane.

Enrico Silvestrin, attore e conduttore radiofonico, è ritornato in televisione dopo un lungo periodo di assenza. È stato ospitato a Storie Italiane da Eleonora Daniele e, cogliendo l’occasione, ha deciso di parlare di un episodio molto sofferto della sua adolescenza.

Ecco cosa riporta Blogtivvu: “Il regista che si occupava quando ero giovane ha cominciato a molestarmi. E ti senti ovviamente tu responsabile e dici: ‘Magari è stata anche colpa mia in parte. Dovevo prendere subito le distanze.’  ero paralizzato. Ho chiesto perché, ho chiesto di smetterla. Lui nei giorni successivi mi prendeva in giro. Usava questa cosa come una mia debolezza“.

Ovviamente il fatto ha avuto gravi ripercussioni sulla sua vita da ragazzo: “Non riuscivo a mangiare, vomitavo, non dormivo. La reazione fisica nel tempo la dimentichi ma psicologicamente pensi di essere stato colpevole e questo senso di colpa ce l’ho avuto a lungo. Io ero andato a fare un tour all’estero per la mia carriera, sono arrivato a pensare che avrei dovuto evitare di andarci“.

Purtroppo non ci è dato sapere il nome di questo squallido personaggio, Enrico Silvestrin ha rivelato solo qualche dettaglio della sua identità: “Non posso fare il suo nome, posso dire che oggi quell’uomo riveste un ruolo politico assai famoso, ma all’epoca era regista. Si tratta di un uomo noto“.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 05-12-2021


Alvise Rigo ed Alba Parietti: galeotta fu la cena?

Giulia Salemi e la critica a Manila Nazzaro: “Sei al GF VIP perché non hai successo”