Chi ha l’abitudine di dedicarsi alla manicure, prima o poi si trova a chiedersi come togliere lo smalto semipermanente. Scopriamo le tecniche per farlo a casa in modo più semplice di quanto si pensi.

L’interrogativo del come togliere lo smalto semipermanente è uno tra i più diffusi quando si parla di bellezza.
Si tratta infatti di un tipo di smalto che per natura è difficile da togliere in modo convenzionale.
Per fortuna, nonostante servano delle piccole accortezze, la rimozione dello smalto semipermamente è più che fattibile persino a casa. Ciò che conta è avere gli strumenti giusti, un po’ di pazienza e la voglia di seguire tutti i passi necessari a rimuovere lo smalto semipermanente senza rovinare le unghie.

Come rimuovere lo smalto semipermanente: gli strumenti indispensabili

La prima cosa da fare quando ci si chiede come togliere il semipermanente è quella di munirsi di tutto il necessario.

smalto
smalto

Improvvisare non è mai consigliato ed è bene seguire ogni passo con la massima attenzione. Il rischio, altrimenti è quello di non ottenere i risultati sperati o di indebolire maggiormente le unghie.
Prima di iniziare, quindi, occorre munirsi di:

– Solvente apposito
Dischetti di cotone
– Bastoncino di legno
– Carta stagnola

In caso di dubbi, sul web ci sono anche tanti video che mostrano come fare, rendendo l’operazione per certi versi più semplice.

Come togliere lo smalto semipermanente a casa

Ora che abbiamo tutto l’occorrente per agire sullo smalto semipermanente, la rimozione sarà sicuramente semplice. Basta infatti seguire alcuni semplici passi per ritrovarsi con unghie come nuove. Come si toglie lo smalto semipermanente, quindi?

Per iniziare, è necessario versare del solvente specifico su alcuni dischetti di cotone e posizionarli sulle unghie. Questo costa un po’ ma è strettamente necessario per raggiungere l’obiettivo.

Per tener fermi i dischetti si possono avvolgere le dita in strisce di carta stagnola e attendere che il prodotto faccia effetto. In genere basta attendere una quindicina di minuti per vedere lo smalto sciogliersi.
Lavare le mani e togliere eventuali residui con il bastoncino, cercando di non premere troppo e di non infiammare la zona. Fatto ciò può essere idoneo immergere le unghie in acqua e camomilla al fine di lenirle e di dar loro un po’ di respiro.

Ora che abbiamo visto come togliere il semipermanente in casa, è bene ricordare che per il benessere delle unghie è preferibile non passare subito del nuovo smalto ma lasciarle respirare almeno per una notte. In caso di unghie provate esistono infatti creme e lozioni idratanti e studiate appositamente per donar loro il nutrimento necessario per rimettersi in forma.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/rose-rosa-smalto-per-unghie-2171193/

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 04-12-2021


Tante idee per costruire con il legno e arredare casa

Xantelasma e rimedi della nonna, come si fa a curarlo?