Come realizzare un cestino da picnic

Il cestino fai da te e le migliori idee per riempirlo

Il picnic può essere un bellissimo momento di condivisione in cui si mangia, si ride e ci si gode la natura. Bisogna essere spensierati, vivere il momento, e può essere anche l’occasione di dare sfogo alla creatività. Chi ha detto infatti che il cestino da picnic debba essere comprato? Qualsiasi cosa può diventarlo, con un po’ di astuzia! Ecco quindi come realizzare un cestino da picnic fai da te, e ovviamente scopriremo anche che cosa metterci dentro.

Cestino da picnic fatto a mano: le idee più carine

Si possono usare vari contenitori per ricavarne un cestino, persino una valigetta. Prendete una vecchia tovaglia (rigorosamente a quadretti) e adagiatela sul fondo. Ripiegate il tessuto in eccesso sotto i bordi e fissatelo. Per chi vuole mettersi ancora più alla prova, un’idea carina è quella di dotarlo di scomparti. Da una scatola di cartone ricavate il cesto, poi con altri ritagli di cartone create scomparti per bottiglie, piatti e posate. Se riuscite a crearne uno bello grande, in cima metteteci la tovaglia da stendere sul prato.

Cosa mettere dentro il cestino da picnic

La parola d’ordine in un picnic deve assolutamente essere leggerezza, ma questo non vuol dire che il cibo debba essere scialbo. Anzi, il picnic può essere l’occasione giusta per preparare spuntini sfiziosi come focaccine, frittate, torte salate, spiedini, insalate e tramezzini. La pasta fredda non può mancare, e può essere il piatto vegetariano che dà quel tocco di leggerezza in più. Divertitevi a modificare ricette tradizionali come quella dell’insalata di riso, proponendola con zucchine e ceci. Oppure, usate la frittata come fosse pane creando sandwich di patate e prosciutto. E come dessert, niente è meglio di muffin e plum cake per sporcarsi poco, ma restando ugualmente deliziati dal loro sapore!