Come prevenire raffreddore con fitoterapia

Per evitare di assumere medicinali si può prevenire il raffreddore con fitoterapia.

chiudi

Caricamento Player...

I continui sbalzi climatici a cui siamo soggetti durante la stagione fredda favoriscono in maniera significativa l’insorgenza di malanni quali tosse e raffreddore: se non desideriamo ammalarci ma non vogliamo ricorrere all’assunzione di medicinali il cui uso a lungo andare potrebbe risultare deleterio per la nostra salute, possiamo provare a prevenire il raffreddore con fitoterapia.

La fitoterapia si può considerare un tipo di medicina alternativa, che non va a sostituire quella tradizionale, ma si affianca ad essa nella prevenzione dei principali disturbi stagionali. Fortificare il nostro organismo assumendo piante medicinali sarà fondamentale per scongiurare tosse raffreddore e mal di gola.

Per prevenire il raffreddore con fitoterapia bisogna adottare innanzitutto uno stile di vita sano, riequilibrare la flora batterica intestinale tramite l’assunzione di fermenti lattici e seguire una dieta equilibrata. Una delle piante più utilizzate per sviluppare le difese immunitarie è l’echinacea, da assumere due volte al giorno in una dose di 30 – 40 gocce per gli adulti e 15 – 20 gocce per i bambini. Stessa dose per la propoli, che oltre a prevenire il raffreddore svolge un’ottima azione disinfettante e cicatrizzante per le afte della bocca. Un altra pianta che ha potere immunizzante e una concentrazione di vitamina C 50 volte superiore alle arance è l’acerola, che ha una notevole funzione antiossidante.

Se è vero che la cura del raffreddore inizia da una corretta prevenzione, dalla fitoterapia avremo un valido aiuto per non incappare in quegli acciacchi di stagione che se trascurati potrebbero protrarsi per tempi esageratamente lunghi.