Quanti semi di lino sono necessari per preparare un infuso lassativo? E come preparare questo composto?

Vogliamo realizzare un infuso lassativo con i semi di lino? Scelta azzeccata, perché se si soffre di stitichezza o si desidera migliorare una situazione non troppo felice riguardo la regolarità intestinale, si deve far affidamento ai semi di lino.

Come tutti sappiamo, il lino è un vegetale davvero celebre fin dall’antichità e utilizzato sin dagli albori per via delle sue proprietà benefiche per il nostro organismo.

Con i semi di lino può essere infatti preparato un infuso a freddo dall’effetto lassativo. E’ davvero efficace, ma funziona ancor di più se consumato al mattino appena svegli ed ovviamente a digiuno.

Come preparare quest’infuso? Semplicemente la sera prima, si deve versare in un bicchiere un cucchiaio di semi di lino, riempire il bicchiere stesso con dell’acqua (anche di rubinetto va bene) e poi coprirlo. Un piattino oppure un tovagliolo andranno benissimo.

Lasciamo l’infuso tutta la notte in infusione, appunto, dopodiché filtriamolo bene prima di berlo. Cosa accade? I semi di lino sprigionano delle caratteristiche mucillagini che facilitano il transito intestinale. Ecco svelato il mistero che gravita intorno alla loro proprietà lassativa.

Li troviamo in erboristeria, ovviamente.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 22-12-2015


Come fare sopracciglia affusolate

Come diventare personal shopper a New York