Come essiccare zenzero in casa

Lo zenzero è una spezia dai molteplici usi, che dobbiamo avere in casa pronta all’uso: scopriamo allora come essiccare zenzero in casa nostra nella maniera più semplice.

Lo zenzero è una pianta originaria dell’Estremo Oriente, ricca di proprietà curative: tonico, antinfiammatorio, digestivo e stimolante, lo zenzero si presenta sotto forma di rizoma carnoso e bitorzoluto di colore giallognolo, ricco di gingerina, olio essenziale, zingerone, mucillagini e resine. Viene largamente utilizzato in ambito gastronomico, e può essere assunto sotto forma di tè o infuso oppure usato come spezia nella preparazione di piatti molto prelibati. Per avere lo zenzero sotto forma di spezia nella propria cucina bisogna però essiccarlo: per essiccare zenzero in casa senza ricorrere ad un essiccatore vero e proprio, possiamo seguire un procedimento molto semplice.

Ecco come dobbiamo fare: prendiamo un rizoma di zenzero fresco, e per far sì che essicchi in minor tempo e che mantenga il suo caratteristico aroma piccante assicuriamoci che non sia stato impiantato da più di otto – dieci mesi. Peliamolo bene, oppure rimuoviamo dalla sua superficie l’eccesso di terra immergendolo nell’acqua bollente. Tagliamo il rizoma a cubetti piccolissimi, che metteremo in un piatto ad asciugare al sole. Questo metodo di essiccazione è efficace ma molto lungo. Per accorciare i tempi possiamo mettere il piatto coi cubetti di zenzero nel microonde per cinque minuti alla massima temperatura. Fatto questo, estraiamo il piatto, mescoliamo i cubetti e mettiamoli nuovamente nel microonde per altri cinque minuti a temperatura leggermente più bassa. Per completare l’essiccazione, sforniamo lo zenzero, rimescoliamolo una terza volta e mettiamolo di nuovo nel forno a microonde per dieci minuti, questa volta però a temperatura minima, finché non sarà essiccato del tutto. Quando lo zenzero sarà definitivamente disidratato, potremo procedere a polverizzarlo nel mixer conservandolo poi in un barattolo di vetro a chiusura ermetica. Facile no?

ultimo aggiornamento: 24-01-2016

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X