Come eliminare lo sgradevole odore di moffetta

Un trattamento d’urto per rimuovere questo tanfo da indumenti, lenzuola, tappeti e superfici di casa. L’odore di moffetta è uno dei più sgradevoli che si possano avere in casa. Solitamente la formazione di questo tanfo è causato dalla presenza di un cane in abitazione. Col passare di giorni l’odore di moffetta tende prima ad attenuarsi e poi a scomparire del tutto. Ma se si hanno ospiti nell’immediato occorre un trattamento d’urto. Innanzitutto è opportuno aerare immediatamente l’appartamento per iniziare ad eliminare un po’ di odore. Poi bisognerà provvedere a lavare prima possibile in lavatrice con acqua calda tutti gli indumenti, coperte ed eventuali lenzuola impregnati dal cattivo olezzo. Per quanto concerne la pulizia di tappeti e divani, la soluzione ottimale sarebbe quella di pulirli con un’aspirapolvere a vapore. Il passaggio successivo riguarda i mobili. Per eliminare in modo efficace l’odore di moffetta dalle superfici, è opportuno preparare una soluzione composta da un quarto di aceto di vino bianco e tre quarti di bicarbonato di sodio. Prendete una spugnetta imbevetela nel composto e passatela sui mobili. Lasciate agire al massimo per cinque minuti, poi sciacquate e asciugate con un panno morbido. In caso di odore particolarmente ostinato, ripetete l’operazione più volte. Spesso l’odore di moffetta può impregnarsi anche nei filtri dell’impianto di aria condizionata o del riscaldamento.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Migliori acconciature sposa per coprire orecchie

Quanto tempo cuocere un budino nel microonde