Come curare influenza con artiglio del diavolo

Artiglio del drago come rimedio naturale contro l’influenza: ecco come usarlo

chiudi

Caricamento Player...

L’ artiglio del drago è una pianta rampicante sempreverde che cresce prevalentemente in Africa meridionale e che era nota per le sue proprietà terapeutiche analgesiche, antiepiretiche ed antinfiammatorie sin dalle primissime civiltà.

I principi base che contraddistinguono la pianta dell’artiglio del drago la rendono un ottimo rimedio naturale nel caso di febbre dovuta a influenza, dolori articolari ed infiammazioni come artrite, tendiniti e osteoatrite, nonché dolori alla cervicale, sciatica e dolori da contusioni.

Ma come curare influenza con artiglio del diavolo? In commercio l’artiglio del drago si trova sotto forma di capsule o compresse per uso interno, oppure come creme, unguenti, gel, pomate e tinture per un uso esterno. Nel caso dell’influenza vanno acquistate le compresse, con dose e posologia che possono variare a seconda del sesso e dell’età. Farmacista ed erborista sapranno senza dubbio indicarvi la dose e la modalità posologica più adatta alle vostre esigenze. In linea generale, tuttavia, il trattamento contro l’influenza a base di artiglio del drago dovrebbe essere prolungato per massimo una/due settimane. E’ possibile anche sciogliere l’estratto secco della pianta preparando un infuso caldo (dosi consigliate sono, in genere, 5 grammi di prodotto diluiti in 500 ml di acqua da bere tre volte al giorno). Il calore dell’infuso favorisce ulteriormente l’azione anti influenzale e aiuta a liberare più velocemente ed efficacemente le prime vie aeree.