Sognate di avere una dimora a ‘portata’ di albero? Vediamo come costruire una casa sull’albero e cosa sapere prima di mettersi a lavoro.

Come costruire una casa sull’albero? Anche se può sembrare un’impresa ardua, se avete un po’ di dimestichezza con il fai da te non è così difficile. Vediamo cosa sapere prima di iniziare il lavoro e qual è il materiale indispensabile per dare vita ad una dimora che non crolli alla prima folata di vento.

Come costruire una casa sull’albero: cosa sapere prima di iniziare

Fin da quando eravate bambini sognavate una bella casetta sull’albero? Bene, sappiate che per certi sogni non ci sono limiti di età, quindi potete sempre realizzarne una. Ovviamente, dovete avere un giardino e un albero che si presti all’utilizzo. Quest’ultimo è forse l’ostacolo più grande da superare. Non potete scegliere, infatti, un albero qualsiasi, ma deve essere sano, robusto e avere radici profonde. Soltanto con queste caratteristiche potrete avere una base sicura per la dimora che andrete a costruire. Generalmente, le varietà migliori sono faggi, querce, aceri e grandi abeti.

Dopo aver individuato la pianta adatta e prima di procedere con la costruzione della casa sull’albero, dovete procurarvi tutto il materiale di cui avrete bisogno. Innanzitutto, dovete misurare il diametro del tronco per capire quante assi di legno dovrete acquistare. Poi, dovete decidere come fissare la dimora all’albero: avvitata, con corde, con catene oppure con i pali di supporto. Il metodo più sicuro è il primo, ma è bene sottolineare che la pianta si potrebbe danneggiare. Altra domanda importante: come raggiungerete la casetta? Scala di corda o di legno? Quest’ultima, senza dubbio, è più comoda e sicura. Oltre alle tavole, alle corde e ai chiodi, ricordatevi anche di comprare del legno per fare la recinzione. Se avete dei bambini, inoltre, acquistate anche dei materassini da mettere a terra.

Ecco un video di un progetto casa sull’albero parecchio impegnativo:

Casette in legno sull’albero: da dove partire?

Di progetti case sull’albero ce ne sono davvero tanti, ma se siete alle prime armi puntate a quello più semplice. La prima cosa da fare, dopo aver acquistato tutto il materiale, è piazzare le travi di supporto. Si tratta delle prime ‘pietre’ della vostra dimora, motivo per cui devono essere messe con grande attenzione. Due travi vanno collocate parallelamente ai lati del tronco, mentre con le altre sopra, a formare una specie di quadrato, con assi in orizzontale e in verticale, a mo’ di griglia. Soltanto a questo punto potrete fissare le altre assi che andranno a costituire il pavimento della casa e la relativa recinzione. A questo punto, dovete scegliere se aggiungere anche il tetto, in legno o in tessuto, oppure accontentarvi del semplice ‘balcone’. Se decideste di procedere con la copertura, acquistate un telo impermeabile da inserire sotto il tetto.

Dopo aver visto come costruire una casetta sull’albero, è bene fare un’ultima, ma importante, precisazione. Prima di dare il via al lavoro, assicuratevi che nel vostro comune non ci sia nessuna regola in merito alle costruzioni sugli alberi. Potrebbe, infatti, essere necessaria un’autorizzazione ad hoc oppure norme ‘architettoniche’ da rispettare.


Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 04-07-2022


Wimbledon: ecco perché è così caro alla famiglia reale

Meno acquisti, più affitti: sta nascendo la “renting economy”?