Come chiedere la Naspi? Vediamo qual è la procedura stabilita dall’Inps per accedere alla Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego.

Quando si perde il lavoro, a patto che il licenziamento non sia voluto o causato da se stessi, si può fare domanda per ottenere la disoccupazione. Si tratta di un contributo in denaro che consente al dipendente di provvedere al proprio sostentamento per un certo periodo di tempo, di solito utile a cercare un altro impiego. Vediamo come chiedere la Naspi e quali sono le procedure attivate dall’Inps.

Come chiedere la Naspi: la procedura Inps

La Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego (Naspi) è un’indennità di disoccupazione destinata ai lavoratori che presentano una serie di requisiti. E’ bene sottolineare fin da subito che questo contributo spetta solo ai dipendenti che hanno perso involontariamente il lavoro. La domanda si può inoltrare seguendo diverse procedure:

  • contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06164164 da rete mobile;
  • enti di patronato e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, che offrono prestazione gratuita.

A queste modalità, ovviamente, si aggiunge la richiesta online, valida per i cittadini in possesso di SPID, CIE o CNS. Basta collegarsi al servizio dedicato sul sito Inps e seguire la procedura guidata oppure tramite l’applicazione. Prima di procedere, è consigliato scaricare e leggere l’allegato NASpI: invio domanda, che spiega nei dettagli come compilare la richiesta. Ricordate che quest’ultima deve essere presentata dal diretto interessato entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto lavorativo.

Come chiedere la disoccupazione Naspi: attenzione ai campi

Dopo aver visto come chiedere la Naspi online, è bene ribadire l’importanza dei dati che si inseriscono nella domanda di disoccupazione. Basta un piccolo errore, infatti, e non si riceverà alcun indennizzo. Il contributo verrà corrisposto mensilmente, per un numero di settimane pari alla metà delle settimane contributive presenti negli ultimi quattro anni. Il consiglio, specialmente quando non si è esperti, è chiedere aiuto al patronato, che offre il servizio in modo del tutto gratuito.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 19-08-2022


Le citazioni imperdibili che fanno riflettere sulle nostre vite

Sognare il Papa: un messaggio importante e positivo per credenti e non