I colori complementari sono riconoscibili utilizzando il cerchio cromatico. Vediamo quali sono e come fare per non commettere errori.

Molto importanti per i pittori ma anche per coloro che si occupano di marketing o immagine, i colori complementari sono facilmente riconoscibili utilizzando il cerchio di Itten. Scopriamo quali sono e se ci sono trucchi efficaci che consentono di non commettere scivoloni.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Quali sono i colori complementari?

I colori complementari, per definizione, sono le coppie che si trovano al lato opposto del cerchio cromatico. Questi, se messi uno vicino all’altro, danno vita al contrasto più forte possibile tra le due tonalità. Non a caso, i colori opposti vengono utilizzati spesso nelle campagne pubblicitarie, con lo scopo di attirare immediatamente l’attenzione di quanti osservano. Quando i complementari vengono mescolati, invece, perdono un po’ la propria forza e creano una colorazione intermedia della scala dei grigi.

Quanti non sono esperti, possono utilizzare il cerchio di Itten come tavola dei colori complementari, in modo da trovare facilmente la tonalità di cui si ha bisogno. Ricordatevi sempre che il complementare di ogni colore si trova al suo opposto nella ruota. Inoltre, tenete bene a mentre tre semplici regole:

  • il complementare di un colore primario è un secondario;
  • Il complementare di un colore secondario è un primario;
  • Il complementare di un colore terziario è un altro terziario.
colori complementari

Colori complementari: tabella e consigli

Come già sottolineato, i colori complementari sono quelli opposti nel cerchio cromatico. Ad esempio, il colore opposto al blu è l’arancione, mentre il complementare del rosa è un verde/giallo chiaro, quasi un lime. Il complementare del giallo, invece, è il viola, mentre quello del rosso è il verde. Ovviamente, le stesse ‘accoppiate’ valgono anche in senso contrario: il colore complementare del verde è il rosso, quello dell’arancione è il blu e via dicendo.

Discorso a parte riguarda il colore complementare del marrone. Questa tonalità, infatti, non è presente nel cerchio cromatico, almeno non nelle versioni più diffuse e semplici. Il marrone è una colorazione che nasce da una miscela di tutti e tre i colori primari, pertanto il suo opposto si avvicina ad un verde oliva scuro oppure ad un viola scurissimo.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 07-11-2021


Chi visita il mio profilo Telegram e come si cercano i contatti?

Cosa significa cuckolding?