Per eseguire una skincare a regola d’arte bisogna partire dalle basi, inserendo tra i propri rituali di bellezza alcune sane abitudini che fanno bene alla pelle.

Per eseguire una skincare a regola d’arte bisogna partire dalle basi, inserendo tra i propri rituali di bellezza alcune sane abitudini che fanno bene alla pelle. Nulla di particolarmente complesso o troppo dispendioso, perché si tratta solo di cinque piccoli accorgimenti che vi permetteranno di ritrovare giorno dopo giorno la radiosità di un incarnato più giovane, levigato e luminoso.

Regola 1: Proteggere

Prendersi cura della pelle
Prendersi cura della pelle

Per prendersi cura della propria bellezza in modo mirato, la prima regola da seguire è proteggere la pelle dagli agenti atmosferici tutto l’anno, e non soltanto d’estate. A tal proposito, il settore cosmetico propone diversi filtri solari adatti a qualsiasi esigenza cutanea e caratterizzati da una texture talmente leggera e impalpabile da garantire un rapido assorbimento, senza creare alcuna sensazione di pesantezza o untuosità.

Per questo motivo, anche l’applicazione risulterà più semplice e pratica, poiché basterà stendere un piccolo quantitativo di prodotto sulle zone del corpo maggiormente esposte agli attacchi attinici (in particolare viso, collo e décolleté), per prevenire la formazione di rughe e discromie dovute a una prolungata esposizione ai raggi UV.
Se, poi, cercate qualche consiglio su come scegliere una buona protezione solare, sul sito https://buonoedeconomico.it troverete molte informazioni utili al riguardo.

Regola 2: Detergere

Sieri e creme idratanti sono fondamentali per la skincare, ma per fare in modo che la pelle tragga il massimo beneficio dall’utilizzo di questi cosmetici è fondamentale detergerla in profondità per rimuovere gli eccessi di sebo e le impurità che si depositano quotidianamente sul viso.

Oltre a utilizzare un buon tonico struccante o un detergente specifico, per ottenere una pulizia ottimale si consiglia di eseguire con cadenza settimanale uno scrub esfoliante che incentivi il rinnovamento cutaneo e l’eliminazione delle cellule devitalizzate.

In questo modo, la pelle diventerà più ricettiva alle sostanze nutritive contenute nei trattamenti di bellezza, permettendo anche un’applicazione più uniforme del make-up, che risulterà meno pesante e più duraturo.

Regola 3: Non trascurare il contorno occhi

Per rendere la skincare più efficace occorre prestare le dovute attenzioni anche al contorno occhi, che rappresenta la zona più sensibile e delicata del viso. Nello specifico, il problema delle borse e delle occhiaie si può contrastare utilizzando con costanza un siero specifico a base di antiossidanti e aminoacidi, che si proponga di stimolare la naturale rigenerazione cutanea, ritardando al contempo la comparsa di imperfezioni e rughe d’espressione.

In alternativa, potete anche realizzare un contorno occhi fai da te sfruttando ingredienti naturali e di facile reperibilità (come il caffè, l’aloe vera e la camomilla), per valorizzare al massimo l’espressività dello sguardo, senza però compromettere il delicato equilibrio epidermico della zona.

Regola 4: Scegliere i cosmetici giusti

Un altro errore molto comune è quello di utilizzare dei cosmetici non adatti alle proprie caratteristiche cutanee, magari perché un’amica che li utilizza ne ha parlato molto bene o perché pubblicizzati come miracolosi dalle aziende cosmetiche. Dal momento, però, che ogni persona e diversa da un’altra, per scegliere i prodotti beauty giusti occorre, innanzitutto, considerare la propria tipologia di pelle.

Se caratterizzata da un’eccessiva produzione di sebo che tende a generare una sgradevole patina lucida sulla zona T del volto, con conseguente comparsa di brufoli e comedoni, è preferibile optare per una crema opacizzante dalla texture fluida e leggera che non occluda i pori e lasci la cute libera di respirare.

Al contrario, chi ha una pelle molto secca, desquamata o facilmente irritabile, dovrà nutrirla costantemente applicando ogni giorno – mattino e sera – una crema idratante che trattenga il più a lungo possibile le particelle d’acqua presenti nello strato corneo, impedendo al contempo l’impoverimento del film idrolipidico che lo protegge naturalmente.

Se, invece, avete una cute molto delicata o sensibile, una formulazione lenitiva composta da ingredienti di origine naturale e biologica sarà la più indicata, sia nella skincare quotidiana sia nella fase della detersione.

Regola 5: Bere tanta acqua e seguire una corretta alimentazione

Per mantenere la pelle perfettamente idratata e ritardare contestualmente gli effetti dello skin aging, una buona abitudine è sicuramente quella di bere almeno due litri di acqua al giorno, magari alternandoli con del succo d’arancia o un infuso a base di menta, ortica, melissa o finocchio.

Anche il tè verde può essere una buona soluzione, così come le centrifughe di frutta e verdura o un buon bicchiere di vino rosso durante i pasti, che essendo ricchi di fitosteroli e antiossidanti, favoriscono il turnover cellulare, conferendo al viso un aspetto più luminoso e sano.

Infine, per ritardare l’invecchiamento cutaneo è buona norma seguire un’alimentazione corretta ed equilibrata, fatta soprattutto di cibi ad alto contenuto di vitamine A, C ed E, che proteggano l’epidermide dall’azione deleteria dei radicali liberi.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Perdita della voce? Ecco come intervenire

Ebrand Italia l’ecommerce dove comprare le forniture per l’estetica