Cinque cose da fare a Chisinau

Chișinau è la capitale della Moldavia e la città più popolosa di questa nazione.

L’origine del nome “Chisinau” deriva dalla coesione di due antiche parole moldave, che insieme significano “sorgente nuova”. La città presenta numerose attrazioni per i turisti.

Ecco cinque cose da fare se vi trovate a Chisinau

Visitate la cantina Cricova

La Cantina Cricova è una vera e propria attrazione della Modavia. La nazione è infatti conosciuta per la presenza delle cantine più grandi del mondo. Quella di Cricova è una vera e propria galleria sotterranea in roccia calcarea di oltre 60 chilometri, in cui si snodano le strade del Pinot, del Cabernet e del Feteasca. Celebre la produzione di spumante della cantina Cricova secondo i canoni francesi.

L’ex mercato kolzokiano di Chisinau

Angolo della città di grande suggestione, nasce ai tempi dell’ex Unione Sovietica. Era il luogo in cui i contadini vendevano i prodotti da loro coltivati o raccolti. Oggi è un grande mercato dove sono rimasti intatti alcuni aspetti del vecchio bazar sovietico.

Il tour dei musei

Lungo il vostro tour della città potrete ammirare l’architettura dei musei. Uno dei principali è il Museo Storico Nazionale, con i manufatti provenienti dal complesso archeologico Orheiul Vechi. Il Museo di Archeologia ed Etnologia contiene ricostruzioni di case tradizionali delle varie regioni della Moldavia. E infine, il Museo Pushkin, vicino al cottage in cui il poeta originario della Russia trascorse i suoi tre anni di esilio.

Bulevard Stefano il Grande

Si tratta della principale arteria cittadina dove convivono vita commerciale, artistica e pubblica. Lungo questa via potrete ammirare il Teatro Nazionale “Mihai Eminescu”, la “Sala cu Orga” e il “Teatro dell’Opera e Balletto”, celebre per essere stato la scuola di molti ballerini del “Bolshoi” di Mosca. La Piata Marii Adunari Nationale è la “Piazza Rossa” di Chisinau dove si svolgevano le parate militari. Al suo interno oggi è stato realizzato un grande spazio verde dove si svolgono concerti e feste popolari, come “Festival del Vino” di ottobre.

Il Parco Stefan cel Mare

È il luogo di “riposo” della città. Al suo interno si trova una fontana di epoca zarista e il “vialetto dei classici” con i busti dei più celebri scrittori e poeti della letteratura rumena e russa. Ci sono diversi hot-spot wi-fi che permettono a chiunque e gratuitamente di connettersi a internet.

ultimo aggiornamento: 17-06-2016

Guide Donna Glamour

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X