Il conduttore di Tiki Taka è di nuovo positivo e malato di Covid-19 ma questa volta in forma più lieve grazie alla terza dose di vaccino, come sottolinea lui stesso.

Sono passati due anni e mezzo dalla prima volta che Piero Chiambretti ha contratto il virus rischiando la vita. Quindici giorni in ospedale in cui ha lottato per rimanere in vita, mentre la mamma non ce l’ha fatta ed è morta. Ora il conduttore è di nuovo positivo ma ribadisce il suo essere sì vax perchè proprio grazie alla terza dose, il virus è meno aggressivo.

Le dichiarazioni di Chiambretti

Ho voluto farne un altro la sera, diverso, che intercettasse questa variante, ed ero positivo. Mi sono bruciato con l’acqua calda e ora mi fa paura anche la fredda“. Così Piero Chiambretti racconta che dopo due anni e mezzo è di nuovo positivo al Covid-19. Come riporta TG Com 24, il conduttore dichiara: “Rimango un convinto si vax: come hanno spiegato quelli bravi e anche quelli meno bravi, il vaccino ti permettere di resistere a un attacco virale così forte che ti manda in ospedale”. Tanto che grazie a quello che ci siamo iniettati la vivo come una forte influenza”.

Chiambretti continua: “Prima di questa ennesima caduta in basso avevo fatto molta attenzione. Motivo per cui non mi sono fidato del primo tampone, il che fa pensare al caos in cui siamo, perché potevo uscire e infettare qualcuno”. Il conduttore poi parla della madre, morta proprio per Covid prima che fossero pronti i vaccini: “Sarebbe andata a piedi scalzi a farsi vaccinare e tutto sarebbe stato diverso“.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 10-01-2022


Chiara Nasti svela come ha conosciuto Mattia Zaccagni

Davide Silvestri a Katia Ricciarelli: “Se succede un’altra volta non potrò più difenderti”