Il nome di Renato Carosone è famoso in tutto il mondo, padre alcuni dei più grandi successi musicali della nostra storia. Scopriamo la sua straordinaria storia.

Un film tv ne celebra il grandioso profilo umano e artistico, figura tra le più importanti nel panorama musicale su scala internazionale. È grazie a Renato Carosone che l’Italia e il mondo hanno conosciuto le note di successi come Tu vuò fà l’americano e ‘O sarracino, e la sua biografia continua a stregare milioni di persone: scopriamo chi era il musicista, davanti e dietro ai riflettori.

Chi era Renato Carosone e dove viveva?

Renato Carosone è nato a Napoli, sotto il segno del Capricorno, il 3 gennaio 1920, ed è morto a Roma, nella casa dove viveva, il 20 maggio 2001. Celebre cantautore, pianista classico e jazzista, direttore d’orchestra e compositore, è tra i più brillanti autori e interpreti della canzone napoletana e della musica leggera italiana dal secondo dopoguerra e la fine degli anni ’90.

Tra i suoi più grandi successi Torero, Caravan petrol, Tu vuò fà l’americano, ‘O sarracino, Maruzzella e Pigliate ‘na pastiglia, canzoni che hanno fatto il giro del pianeta diventando un vero e proprio simbolo della bella Italia nel mondo.

Renato Carosone
Fonte foto: https://it.wikipedia.org/wiki/File:Renato-Carosone.jpg

Diplomato da privatista al Conservatorio S. Pietro a Majella nel 1937, in 20 anni ha rivoluzionato la musica con uno stile unico fatto di contaminazioni tra diversi generi e di quel mix intramontabile che mescola la tarantella a ritmi africani e swing americano…

La vita privata di Renato Carosone

Renato Carosone è il primogenito di Antonio Carusone e Carolina Daino, rispettivamente impiegato al botteghino del Teatro Mercadante e casalinga. In famiglia altri tre figli, i fratelli dell’artista Olga (nata nel 1921), Ottavio (1922) e Maria (classe 1924, morta di morbillo a 15 mesi).

I genitori erano due grandi appassionati di musica, e da loro ha ereditato la sua passione. Ha iniziato molto presto a suonare il pianoforte della madre, scomparsa prematuramente nel 1927 (all’età di 33 anni, a causa della tubercolosi), e sostenuto dal padre, che suonava il mandolino, ha intrapreso i primi studi sotto la guida del maestro Orfeo Albanese.

Chi era la moglie di Renato Carosone?

Renato Carosone ha sposato Italia Levidi, ballerina veneziana di 2 anni più grande nota con il nomignolo Lita, e dal loro matrimonio nel 1939 è nato l’unico figlio, Giuseppe “Pino” Carosone. L’artista ha incontrato la moglie ad Asmara, in Africa, e la loro unione si è celebrata il 2 gennaio 1938 a Massaua. All’epoca, Carosone suonava in quell’area e lei era una delle ballerine di punta. Maruzzella, tra i più grandi successi del musicista, è proprio ispirata alla consorte…

Renato Carosone: altre 5 cose da sapere

– All’anagrafe il suo nome è Renato Carusone.

– Carosone è uno dei due cantanti italiani (con lui Domenico Modugno) ad aver venduto dischi negli Stati Uniti senza inciderli in inglese!

– È stato l’unico cantante italiano ad arrivare per tre volte in testa alle classifiche americane.

– Nonostante fosse al culmine del successo, si è ritirato dalle scene all’età di 40 anni, dopo una carriera intensa e brillante.

– Alla sua storia, Rai 1 ha dedicato un film tv dal titolo Carosello Carosone (regia di Lucio Pellegrini e musiche di Stefano Bollani). 

Fonte foto: https://it.wikipedia.org/wiki/File:Renato-Carosone.jpg


Miryea Stabile: ecco chi è la Pupa naufraga all’Isola dei Famosi

Joaquin Cortes, che fine ha fatto il ballerino di flamenco? Scopri la storia!