Chi era Paul Newman: moglie, figli e curiosità sull'attore americano

5 chicche su Paul Newman, gli occhi blu più belli di Hollywood

Paul Newman era un uomo di altri tempi: ecco alcune chicche sulla vita privata del grande attore, regista e produttore…

Paul Newman, nato il 26 gennaio del 1925 (Acquario), è considerato uno dei più grandi attori della storia del cinema: vinse tre Oscar, sei Golden Globe e un Emmy Awards, oltre – tra gli atri riconoscimenti – alla stella sulla Hollywood Walk of Fame.

Conosciuto, oltre al talento per la recitazione, anche per la sua bellezza e il fascino innegabile, è morto a 83 anni (nel settembre del 2008) per un cancro ai polmoni. Nel luglio dello stesso anno, dopo l’ultimo ciclo di chemioterapia, scelse di interrompere le cure e si è ritirato a vita privata.

Conosciamo meglio la storia dell’uomo con gli occhi blu più famosi del cinema!

Chi era Paul Newman?

È nato e cresciuto in Ohio: figlio di Arthur (morto quando lui aveva solo 25 anni), proprietario di un grande negozio di articoli sportivi e Theresa, un’emigrante slovacca.

Subito dopo le superiori si arruolò nell’aviazione della Marina, sperando di diventare pilota; prestò servizio durante la Seconda Guerra Mondiale nel Pacifico meridionale come marconista e mitragliere nelle squadriglie di siluranti/bombardieri Avenger.

Paul Newman
Fonte foto: https://www.instagram.com/paullnewman/?hl=it

Il suo primo film fu Il calice d’argento, del 1954 ma la sua interpretazione non raccolse grandi lodi. Il The New Yorker scrisse: “Recita la sua parte con il fervore emotivo di un autista di autobus che annuncia le fermate locali“. Fortunatamente questa recensione non gli impedì di continuare!

I suoi film più amati sono stati: La gatta sul tetto che scotta, Exodus, Lo spaccone, Hud il selvaggio, Intrigo a Stoccolma, Il sipario strappato, Nick mano fredda, Butch Cassidy, La stangata, L’inferno di cristallo, pellicole che lo hanno consacrato a leggenda del cinema.

Degna di nota anche la sua grande passione per le corse d’auto, che nacque dopo aver girato Indianapolis pista infernale:

“Sono stato un cattivo pugile, un deludente giocatore di football americano, di tennis, di badminton, un pessimo sciatore. Non ho mai avuto il dono della grazia nello sport. Poi un giorno mi son detto: ‘Stà a vedere che invece sono un decente pilota’…”, ha scritto lui stesso.

E non aveva torto: è arrivato secondo assoluto alla 24 Ore di Le Mans nel 1979.

La vita privata di Paul Newman: moglie e figli

Nel 1949 sposò Jacqueline E. Witte. Paul Newman e la moglie hanno avuto tre figli: Scott Allan (1950-1978), Susan Kendall (1953) e Stephanie (1954).

Dopo il primo matrimonio iniziò a studiare recitazione e a fare sul serio in quel campo: dopo 4 anni di matrimonio, nello studio del suo agente, Paul incontrò la vera donna della sua vita, Joanne, che rimase al suo fianco fino all’ultimo dei suoi giorni.

Il 29 gennaio 1958 si risposò a Las Vegas con l’attrice Joanne Woodward, sua seconda ed ultima moglie.

Dal secondo matrimonio sono nate tre figlie: Elinor Teresa (1959), Melissa Stewart (1961), e Claire Olivia (1965). Quindi, Paul Newman ha avuto 6 figli in totale.

Chi è Joanne Woodward, moglie di Paul Newman?

Nata il 27 febbraio 1930 (Pesci), è stata una delle prime attrici donne a ricevere una stella sulla Walk of Fame.

Il loro sodalizio è durato fino alla scomparsa dell’attore e li ha visti insieme anche in diversi film: Dalla terrazza (1960), Paris Blues (1961), Il mio amore con Samantha (1963), Indianapolis, sfida infernale (1969), Un uomo oggi (1970), Detective Harper: acqua alla gola (1975), Mr. & Mrs. Bridge (1990) e la miniserie televisiva Empire Falls – Le cascate del cuore (2005).

5 curiosità su Paul Newman

– Nel 1982 ha fondato la Newman’s Own, un’azienda alimentare specializzata in produzioni biologiche. Tutti i ricavi vengono devoluti in beneficenza per scopi umanitari ed educativi.

– Era daltonico.

– Fu un sostenitore del partito democratico statunitense. Per questo attivismo, con tanto di partecipazione televisiva a fini di propaganda, fu incluso da Richard Nixon nella sua “lista di nemici“.

– Il 6 agosto 1945 vide all’orizzonte di Hiroshima il bagliore del terribile fungo atomico. Un’esperienza che probabilmente gli rimase impressa.

– Ha corso in auto (a Daytona) per l’ultima volta alla bellezza di ottant’anni.

Fonte foto: https://www.instagram.com/paullnewman/?hl=it

ultimo aggiornamento: 25-01-2019

X