È un pozzo di sapere sull’archeologia, studiata con ottimi risultati. Oggi, però, Manuela Diliberto è soprattutto una scrittrice!

Non è un personaggio mediatico. Non almeno quanto il fratello Pierfrancesco, in arte Pif. Lei, Manuela Diliberto, più grande di qualche anno, compensa con una vita altrettanto piena, movimentata dalla duttilità professionale. Tra i lavori svolti anche quello di scrittrice, una passione sbocciata fin da piccola e oggi suo principale campo di applicazione. Andiamo allora a vedere chi è, quali informazioni circa la sfera privata sono disponibili e delle curiosità sul suo conto!

Manuela Diliberto: la biografia

Manuela Diliberto nasce a Palermo (non è noto la data di nascita). Si laurea in Lettere Classiche all’Università di Bologna e consegue un master in Archeologia Greca presso l’École pratique des hautes études, dove tratta la scoperta e il restauro del tempio di Afaia nell’isola di Egina. Trova, dunque, occupazione come ingegnere progettista al CNRS (Centre National de la Recherche Scientifique), il polo di ricerca più grande e importante in Francia. Inoltre, consegue il dottorato in Storia e Archeologia dell’Arte Romana alla Sorbonne Université.

Manuela Diliberto
Fonte foto: https://www.facebook.com/profile.php?id=100015946202407

Poi, però, il sacro fuoco dello scrittore prende il sopravvento e così debutta nelle librerie col suo primo romanzo, L’oscura allegrezza (La Lepre edizioni, 2017). Nell’inchiesta, dalla natura soprattutto esistenziale, tratta i rapporti dell’Europa con il mondo islamico, il dialogo interreligioso, la questione femminile e l’impatto degli stereotipi di genere sulla società occidentale. Attualmente, lavora presso Pangea News.

Manuela Diliberto: la vita privata

Manuela Diliberto vive da diversi anni a Parigi, in cui si è inizialmente trasferita per esigenze di studio. Ha un profilo Facebook, ma non parla mai della vita privata, perciò non è dato conoscere lo stato sentimentale né a quanto ammonti il suo patrimonio.

4 curiosità su Manuela Diliberto

– Tra i Paesi in cui ha vissuto ci sono pure l’Austria (dov’è rimasta tre anni) e l’Inghilterra.

– Il latino è la sua lingua preferita, la più pregnante.

– La poesia per lei ha un ruolo terapeutico. Apprezza particolarmente Bertolt Brecht, Dante, Eric Fried, Garcia Lorca e Petrarca.

– Si è aggiudicata il premio Zingarelli, Narrativa Edita, nel 2018.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 14-11-2021


Chi è Iris Ferrari, scrittrice e TikToker di successo

Laura Fiandra: chi è la chef crudista, moglie di Tullio Solenghi