Gue Pequeno, i suoi flirt famosi e tante altre curiosità

Quanto ne sai su Gue Pequeno, uno dei rapper più famosi nel panorama della musica italiana? Scopriamo alcuni dettagli sulla sua vita privata!

Rapper poco incline alla diplomazia e al politically correct, Gue Pequeno è tra i personaggi più amati del mondo hip hop italiano. Ha raggiunto il successo con i Club Dogo, poi si è dedicato con profitto alla carriera solista, diventando anche giudice di The Voice nell’edizione 2019 condotta da Simona Ventura. I ragazzini stravedono per lui, ma chi si cela davvero dietro quella maschera da bad boy? Scopriamo tutte le curiosità su Gue Pequeno.

Gue Pequeno, biografia

Gue Pequeno, all’anagrafe Cosimo Fini, è nato a Milano il 25 dicembre 1980, sotto il segno zodiacale del capricorno. Suo papà è Marco Fini, uno stimato giornalista esperto di temi della Resistenza, e non il suo collega Massimo Fini, come molti credono.

L’infanzia e l’adolescenza di Gue Pequeno sono state particolarmente complesse. Il cantante, che ha frequentato il Liceo Classico “Parini” di Milano, è stato vittima di bullismo a causa di una sua malformazione fisica. Gue ha infatti una blefaroptosi, ovvero ha una palpebra che non si apre completamente.

Ero molto particolare, non timido, ma introverso, ero bullizzato perché avevo un occhio chiuso […] Nei primi anni di liceo sono diventato amico di personaggi giusti, di gente che faceva brutto, bruttissimo. Mi hanno preso in simpatia e da lì è partita l’escalation” – ha rivelato il rapper in un’intervista a Radio Deejay.

GUE PEQUENO
GUE PEQUENO

Di questo difetto fisico, Gue Pequeno ha fatto una forza: lo ha usato per identificare il proprio nome d’arte; infatti, agli esordi si faceva chiamare Il Guercio.

Fin da ragazzino è stato amico di Marracash, con cui ha condiviso buona parte del periodo prima del successo. In un’intervista a Rockit.it ha dichiarato: “Sono stato in un call center, ho fatto il magazziniere con Marracash, spostavamo casse piene di Swatch. Intanto smazzavamo un po’ di fumo, non era una cosa da malavitoso, giravamo un po’ a Parco Sempione”.

Il suo successo musicale è arrivato con i Club Dogo, nato nel 2002 insieme a Don Joe e Jake La Furia. Il loro primo album, “Mi fist”, è del 2003 ed ha ottenuto il plauso del pubblico. Nel 2011, Gue Pequeno ha esordito come solista e sin da subito si è proposto come antagonista di Fedez.

Gue Pequeno, vita privata

Da vero latin lover, Gue Pequeno ha avuto tanti flirt famosi: è stato fidanzato con Elena Morali, Nicole Minetti e Sara Tommasi, ma anche con la modella e showgirl spagnola Natalia Bush. Attualmente, stando anche al suo profilo Instagram, dovrebbe essere single.

C’è però un mistero che incuriosisce il pubblico. Nell’autunno del 2018, il rapper si è lasciato sfuggire una frase molto particolare durante un’intervista radiofonica a Sto Magazine. Spiegando il motivo per cui il suo ultimo lavoro ha influenze caraibiche, Gue Pequeno ha rivelato: “È venuta fuori al momento giusto, mia moglie è cubana”.

Dove abita Gue Pequeno? Ecco la casa

Il cantante rapper abita da 2016 a Lugano. In un’intervista a architettoconsiglia.com Gue rivela di amare molto la sua abitazione e, che il contesto svizzero, lo rilassa moltissimo.

Dice di amare molti stili di design e la sua casa ne è l’esempio. Predilige open space e colori chiari evitando di essere troppo pomposo.

Quanto guadagna Gue Pequeno? Il patrimonio

Gue Pequeno
Fonte foto: https://www.facebook.com/guepequeno/

Stando a quanto riporta il magazine Money.it, Guè Pequeno è sicuramente uno dei rapper più pagati in Italia.

La stima certa dei suoi guadagni non è confermata e nasce da un susseguirsi di indiscrezioni. Money.it riporta che i cachet sarebbero stimati a 10 mila euro per ogni esibizione live. Altre fonti parlano di circa 50/60 mila euro al mese derivanti dai diritti delle proprie canzoni e dal merchandising. E non dimentichiamoci che possiede anche un’etichetta discografica.

4 curiosità su Gue Pequeno

• Il rapper ama molto i tatuaggi, ma qual è stato il primo? Si tratta di un segno magico birmano che ha sull’avambraccio, il “capostipite” di una lunga serie di tattoo che oggi sono impressi indelebilmente sulla sua pelle.

• Gue Pequeno è molto attivo sui social, e in particolar modo su Twitter. Risponde sempre ai fan, soprattutto quando qualcuno gli rivolge delle critiche. E non si può dire che ci vada piano, con i suoi post: il bello è che dietro le risposte piccate c’è proprio la mano del rapper, che non utilizza alcun social manager!

• In un’intervista a Rockit.it, Gue ha rivelato i suoi gusti musicali, che ha iniziato a manifestare sin da bambino. “Quando ero piccolo ero un metallaro, ascoltavo a palla David Byrne e i Talking Heads. Poi ascoltavo i dischi di Zucchero, i Red Hot Chili Peppers e gli Aerosmith”.

• L’artista è il protagonista di una battuta di “Andiamo a comandare”, la hit di Fabio Rovazzi: Faccio i selfie alla Gue Pequeno. Il significato risale ad un incontro del rapper con gli youtuber Matt e Bise, che gli hanno chiesto una foto. Infastidito, Gue ha scattato un selfie in tutta fretta e il risultato è, ovviamente, una foto mossa.

Fonte foto: https://www.facebook.com/guepequeno/

ultimo aggiornamento: 10-07-2019

X