Ecco chi è Gianluca Grassadonia: dalla biografia alla vita privata, tutto quello che c’è da sapere sull’allenatore.

Gianluca Grassadonia è stato uno dei difensori simbolo del Cagliari tra la fine degli anni ’90 e i primi anni 2000 ma la sua storia calcistica è spesso legata, nel bene e nel male, alla Salernitana, la squadra della sua città natale. Dalla biografia alla vita privata, ecco tutto quello che c’è da sapere sull’ex calciatore e ora allenatore.

Gianluca Grassadonia: la biografia

Gianluca Grassadonia è nato a Salerno il 20 maggio del 1972 (il suo segno zodiacale è quindi quello del Toro). La sua carriera nel mondo del calcio è legata in maniera forte alla squadra della sua città, la Salernitana: nella squadra campana è cresciuto calcisticamente, ha esordito tra i professionisti (in serie C) alla fine degli anni ’80 e ha chiuso la carriera nel 2007.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Gianluca Grassadonia
Gianluca Grassadonia

In mezzo varie esperienze in giro per l’Italia e, soprattutto, una lunga militanza nel Cagliari di cui è stato uno dei difensori per molti anni a cavallo tra gli anni ’90 e i primi anni 2000.

Una volta appesi gli scarpini al chiodo, Gianluca Grassadonia ha iniziato la carriera da allenatore nella Primavera della Salernitana. Ha poi guidato dalla panchina la Casertana, la Paganese, il Messina, la Pro Vercelli, il Foggia, il Catanzaro e il Pescara.

Gianluca Grassadonia: la vita privata

Gianluca Grassadonia è sposato con Annabella Castagna: i due hanno anche una figlia. Nel maggio del 2021, prima della partita Pescara-Salernitana, è stata aggredita da alcuni tifosi della formazione campana.

Non si hanno notizie riguardo al patrimonio personale dell’allenatore.

Gianluca Grassadonia, dove vive?

Gianluca Grassadonia, così come tutti gli allenatori, abita nella città della squadra che allena. Il tecnico ha però una cosa a Salerno, dove spesso torna e dove abita anche la sua famiglia.

3 curiosità su Gianluca Grassadonia

– Ha un profilo Facebook.

– Il 29 novembre del 1998, durante la partita Udinese-Cagliari, ha avuto un arresto cardio-respiratorio dove aver subito un violento colpo alla testa in un contrasto. Il compagno di squadra Alessio Scarpi e il medico dell’Udinese riusciranno a rianimarlo con la respirazione bocca a bocca e tre massaggi cardiaci.

– Nel 2003 la sua auto fu incendiata da alcuni tifosi del Cagliari.


Gabrielle Caunesil: tutto sulla moglie di Riccardo Pozzoli

Aimone Romizi: tutto quello che devi sapere sul fidanzato di Camihawke