L’hype come habitat naturale, per poi mostrarsi al mondo: un anonimato preservato con cura che ha lanciato la sua carriera. Lui è Gazzelle.

Lo hanno definito il cantante misterioso, uno che avrebbe fatto volentieri a meno di mostrarsi al pubblico, forte soltanto della sua musica. Invece Gazzelle, al secolo Flavio Pardini, alla fine si è presentato con il suo volto, a quel pubblico che tanto aspettava di capire chi fosse. Non ama apparire, questo lo si era capito, e ha catalizzato così moltissime attenzioni (e anche aspettative)…Scopriamo chi è!

Chi è Gazzelle? La biografia (e dove abita)

Nato il 7 dicembre del 1990 (Sagittario), Flavio Pardini è Gazzelle, Gazzelle è centomila: perché? Perché per diverso tempo, del suo pubblico, nessuno sapeva chi fosse, e tutti erano pronti a qualunque sorpresa. Romano doc, cresciuto nel rione Prati, l’hype è stato il limbo in cui coltivare il clamore intorno alla sua arte, e alla sua personalità.

Sfuggente, in video con il viso sfocato, ha tenuto i fan con il fiato sospeso su un’identità volutamente celata. Ha iniziato a scrivere canzoni da bambino, a 22 anni i primi live nella Capitale, chitarra acustica in spalla e quella inclinazione naturale per le sonorità elettroniche e il rap.

A sei anni ho iniziato a scrivere delle cose – ha detto a Esquire -, a sette anni ho registrato una canzone. Ovviamente come uno di sette anni, però da che ne ho memoria l’approccio alla musica è stato immediato. Anche grazie ai miei genitori che me ne hanno dato modo: casa mia era piena di strumenti e di musica; mio padre mi ha regalato una tastiera per bambini e mi è piaciuto subito suonarci, e mi è venuta voglia di scrivere una canzone, di cantare“.

Quando era ragazzo ascoltava molta musica italiana, anche per via dei gusti del padre. Battisti, De André e De Gregori tra gli altri. Poi, come ha raccontato sempre a Esquire: “ho scoperto per quanto riguarda la musica italiana Vasco Rossi e Rino Gaetano, che mi hanno proprio stravolto la vita e il modo di scrivere, e parallelamente come tutti all’epoca ascoltavo i Nirvana: Kurt Cobain è stato un’icona, un mito, ho letto i libri, ero in fissa con lui. Poi ho scoperto la musica inglese e dopo un periodo un po’ più punk fatto anche di Sex Pistols e Rancid, la mia tendenza cantautorale e pop mi ha spinto ad approfondire di più cose tipo Beatles e Oasis, e ho capito che quella era proprio la cosa che preferivo, e che mi sarebbe piaciuto fare“.

Dovrebbe abitare ancora a Roma, salvo spostarsi per impegni lavorativi che lo portano spesso ad essere in viaggio.

Gazzelle: la carriera

Quando ha capito che era giunto il momento di ‘metterci la faccia’? Non è chiaro, ma pare siano stati i live, sempre più frequenti, ad averlo indotto ad uscire allo scoperto. Il suo singolo d’esordio è stato Quella te, nel dicembre 2016, poi altre canzoni sino alla popolarità e alla conquista di un posto nel cast di artisti sul palco del Concerto del Primo Maggio a Roma.

Gazzelle
Fonte foto: https://www.facebook.com/gazzelledaje

Intitolato Superbattito, il primo album del cantautore romano è uscito nel marzo 2017, sotto l’etichetta indipendente Maciste Dischi. Nel luglio 2018 ha partecipato al Wind Summer Festival al fianco di Lorenzo Fragola, successivamente lo abbiamo visto anche a Battiti Live, nell’edizione del 2021, e poi anche ospite a X Factor dove presenta il disco Fottuta canzone. Altri suoi lavori in studio sono stati: Punk (2018) e OK (2021).

La vita privata di Gazzelle

Gazzelle è molto riservato tanto che sulla sua vita privata e sulla eventuale donna a cui dedica le sue canzoni non sappiamo molto, motivo per cui non si può affermare che sia fidanzato.

Ha un profilo Instagram in cui condivide scatti relativi al suo lavoro ma c’è spazio anche per delle foto che lo ritraggono in momenti di relax. Non sono noti i suoi guadagni.

3 curiosità su Gazzelle

Perché questo nome d’arte? In una intervista aveva detto: “Il nome è venuto fuori in modo un po’ causale: ero alla ricerca di una parola che ci azzeccasse poco con la mia musica, che facesse da contrasto e desse un gusto surreale. Poi un giorno mi sono accorto che avevo davvero un mucchio di paia di Gazelle Adidas in camera mia, perché sono un po’ fissato con le scarpe, e ho pensato che avrei potuto chiamarmi così, che suonava bene e strano al punto giusto”.

-Dalla scelta del nome d’arte si apprende un’altra curiosità, ossia il fatto che il rapper possegga tantissime scarpe, una sua “fissa”.

-Ha fatto il liceo a Roma insieme a Nicolò Rapisarda e Umberto Violo, rispettivamente Tony Effe e Dark Wayne della Dark Polo Gang.

Fonte foto: https://www.facebook.com/gazzelledaje

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 11-11-2021


Chi è Virginia Montemaggi, star da milioni di follower su TikTok

12 curiosità su Lady Gaga: eccessi e successi di una diva