Che cosa sono i tamponi nasali

Ecco che cosa sono i tamponi nasali e come vengono utilizzati.

chiudi

Caricamento Player...

Se una volta nella vita vi è capitato di sottoporvi a un’operazione al naso forse già avete idea di che cosa sono i tamponi nasali, ma se non ne conoscete la destinazione d’uso e siete curiosi di conoscere a che cosa servono, dovete sapere che i tamponi nasali sono un elemento molto importante in tantissime operazioni relative al miglioramento dell’aspetto e della funzionalità del naso: la rinoplastica, che è un intervento di chirurgia mirato a rimodellare il naso migliorandone l’aspetto, la rinosettoplastica che è quella che oltre a rimodellare il naso viene praticata in caso di deviazioni del setto nasale.

I tamponi nasali altro non sono che garze appositamente studiate per essere introdotti nel naso dopo qualsiasi intervento ad esso relativo e possono essere composti non solo da garze, ma anche da altri tipi di materiale sterile la cui struttura non interferisca con il decorso post-operatorio del paziente. I tamponi nasali sono necessari a bloccare il sanguinamento post-chirurgico, favorire l’adesione della mucosa e dare stabilità alle cartilagini che sono state sottoposte a spostamento durante l’intervento: la loro grandezza varia in base al tipo di correzione che viene effettuata al naso, ad esempio in caso di modifica sostanziale del naso (rinosettoplastica) i tamponi utilizzati saranno in numero maggiore e più consistenti di quelli usati per un semplice rimodellamento del naso o delle narici. In quest’ultimo caso sono costituiti da garze ricoperte di pomate specifiche e sono di facile rimozione.

Per quanto riguarda lo stamponamento, termine usato chirurgicamente per definire la rimozione dei tamponi nasali, molte persone pensano che sia una pratica molto dolorosa perché in alcuni casi vi sono stati pazienti che hanno sofferto molto al momento della loro rimozione: in realtà, se effettuata con delicatezza e maestria, il dolore è minimo, ma deve essere accortezza del medico effettuare questa pratica in modo tale che l’azione di sfilare i tamponi non rechi troppo fastidio.