Capelli: cadono come foglie in autunno? Non temete ecco tutti i rimedi

Al ritorno dalle vacanze estive si manifesta una caduta dei capelli intensa che si prolunga per qualche settimana. Tutti i metodi per curare la nostra chioma

chiudi

Caricamento Player...

La perdita dei capelli stagionale è un fenomeno temporaneo, naturale e reversibile, che andrebbe semplicemente affrontato senza troppi allarmismi.

Per superare indenni la perdita stagionale dei capelli assicurandoci una folta ricrescita, è bene, innanzitutto, ricordare che… non tutta la caduta viene per nuocere.

In autunno, con le foglie, cadono anche i capelli, procedimento coerente coi ritmi della natura. L’autunno è infatti la stagione in cui, di fronte all’irrigidirsi delle condizioni climatiche,  gli organismi animali e vegetali rispondo con forme di adattamento analoghe: gli alberi rilasciano le foglie, gli animali cambiano il pelo e gli uomini perdono i capelli.

Per mantenere il fenomeno nei limiti fisiologici, diverse sono le armi di difesa.

Tutti i rimedi per contrastare la caduta

Una delle armi più potenti per combattere questo antiestetico problema stagionale è l’alimentazione. La chioma, come la pelle, è infatti lo specchio della salute dell’organismo e dell’equilibrio dei suoi costituenti essenziali.

I cibi più indicati sono quelli proteici: uova, pesce, carni e legumi. Tra questi, scegliete spesso tacchino, polpo, fagioli, ceci e lenticchie: contengono anche buone quantità di zinco, importante per la produzione di ormoni sessuali e per il benessere.

Non devono mai mancare frutta e verdura fresche di stagione: sono ottime riserve di vitamine e minerali antiossidanti in grado di contrastare i radicali liberi, che aggrediscono anche i capelli, indebolendoli, concorrendo al loro precoce inbiancamento (canizie) e accelerandone la caduta.

Strategie salva-chioma

  1. Evitare di lavare la testa ogni giorno. Si evita così di impoverire lo scudo protettivo dei capelli, formato da un film idrolipidico che difende la fibra dalle aggressioni esterne.
  2. Spuntare i capelli fino ad eliminare le estremità rovinate. Serve per rivitalizzare e rinforzare il bulbo.
  3. Mantenere il più bassa possibile la temperatura dell’asciugacapelli.
  4. Dopo il lavaggio risciacquare i capelli con dell’acqua minerale. Si portano via, in questo modo, i residui di calcare.
  5. Aggiungere qualche goccia di aceto di mele o mezzo limone spremuto nell’acqua minerale. Riequilibra il pH e ne intensifica la lucentezza.