Addobbi, candele, palline e ghirlande regalano una bellissima atmosfera natalizia ma possono essere pericolosi per i nostri amici a quattro zampe.

A Natale la casa si riempie di bellissime decorazioni, tanti regali, candele profumate e ghirlande colorate. Tutta la casa prende un’atmosfera di festa ma per i cani tutto questo potrebbe essere pericoloso. I pet infatti hanno l’abitudine di rosicchiare e mangiare proprio le cose che luccicano e sono molto colorate, perchè attira la loro attenzione. Meglio posizionare le decorazioni in modo tale che non risultino un pericolo per i nostri amici a 4 zampe.

Come impostare un Natale a prova di cane

Anche se i regali sotto l’albero sono la tradizione, è meglio porli in un posto alto che non può essere raggiunto dal cagnolino, specialmente se cucciolo. L’amico a quattro zampre, infatti, andrà a mordicchiare e ingerire rovinando i regali e mettendosi in pericolo. Particolare attenzione bisogna anche fare alle palle dell’albero di Natale che non siano in materiali tipo vetro e ceramica che se cadono possono ferire l’animale. Meglio se le decorazioni abbiano una vernice atossica in modo che non risulti velenosa.

Le luci e le candele accese sono molto belle e scenografiche ma attenzione! Il cane è molto attratto da tutto ciò di insolito e brillante e potrebbe ustionarsi o farsi molto male. Se si hanno candele accese è meglio non lasciarlo mai da solo. Per quanto riguarda il cibo in tavola, sebbene si abbia la tentazione di dare qualcosina al nostro pet, meglio evitare. Snack e altri cibi grassi possono essere dannosi per il nostro amico a quattro zampe.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 24-12-2021


Lorella Cuccarini: che animali possiede la conduttrice?

Gatta incinta? Ecco come comportarsi per aiutarla a gestire la gravidanza