Calendula: usi e proprietà straordinarie di questa pianta

Usi e proprietà della calendula, una pianta miracolosa

La calendula è una pianta dalle straordinarie proprietà curative ideale per il benessere interiore ed esteriore.

La calendula officinalis è una pianta da sempre utilizzata dalle nonne nell’ambito della bellezza e della cura della persona. Le sue straordinarie proprietà la rendono ideale per lenire e idratare la pelle in caso di piccoli incidenti domestici. Se, per esempio vi scottate in cucina o vi fate un piccolo taglio provate a utilizzare un impacco alla calendula.

Inoltre, si rivela una vera panacea per il mondo femminile durante il ciclo mestruale. Aiuta, infatti a rilassare i muscoli e a creare un ambiente favorevole a ridurre il dolore.

Questi e molti altri i benefici che si possono trarre da una pianta dalle straordinarie proprietà curative. Scopriamo che cos’altro può regalarci seguendo dei semplici trattamenti curativi e di bellezza a casa propria.

Calendula
Calendula

Calendula: proprietà e usi

La calendula è rinomata per le sue proprietà antinfiammatorie. Per uso interno è ideale per lenire le irritazioni delle mucose. La si può, infatti usare in caso di colite, gastrite o ulcere. Per uso esterno, invece, la si può usare per piccole scottature e prurito causato da orticaria o allergie.

Le proprietà antisettiche e cicatrizzanti la rendono un vero toccasana in caso di scottature, ferite e irritazioni della pelle. In questo caso la potete usare sotto forma di impacco da applicare localmente.

Per quanto riguarda il mondo femminile la calendula è molto apprezzata come antidolorifico durante il ciclo mestruale. Aiuta, infatti a combattere i dolori e i crampi distendendo i muscoli.

Sin dai tempi antichi, invece, la tintura madre di calendula viene impiegato come alleato di benessere nelle disfunzioni dell’apparato genitale femminile. Ideale, dunque, per regolarizzare il flusso e avere delle mestruazioni non dolorose.

Decotto curativo fai da te alla calendula

A dir poco straordinario il decotto alla calendula per la cistite. Bevetelo una o due volte al giorno lontano dai pasti per trarne giovamento. Per un’azione più intensa potete aggiungere la malva. Questi due ingredienti insieme sono una panacea per la cistite grazie alle proprietà antimicrobiche della calendula.

Ottimo come rimedio per le piccole scottature. Preparate un impacco facendo bollire dei fiori di calendula e lasciate riposare per circa dieci minuti. Quando sarà freddo versatelo in un contenitore. Immergete poi una garza nell’infuso freddo e adagiatela sulla scottatura. Lasciatelo agire per mezz’oretta immergendo ogni dieci minuti la garza nell’intruglio. Ridurrete così il rischio che possa formarsi una cicatrice.

Ideale per lenire e idratare la pelle dopo uno scrub o dopo la depilazione e avere una pelle perfetta. Potete usare l’olio di calendula puro e diluirlo con l’acqua. In alternativa unitelo con dell’olio di mandorle per un dolce massaggio nutriente e rassodante.

ultimo aggiornamento: 21-08-2019

X