Che cos’è buffing manicure

Tutto sul Buffing per manicure: che cos’è e come si fa.

chiudi

Caricamento Player...

Si chiama buffing manicure o manicure con buffer ed è una delle tendenze di beauty e nail style più di moda per questa primavera estate 2016. L’aspetto interessenza e che, forse, potrà stupirvi, è che questo tipo di manicure non riguarda solo le donne ma anche gli uomini. Eh si, perché sono sempre di più le persone, anche di genere maschile, che amano essere curate e le mani sono da sempre un biglietto da visita molto importante. Ma vediamo nel dettaglio in cosa consiste e come si può realizzare questo tipo particolare di manicure. La buffing manicure viene realizzata tramite degli strumenti detti buffer o, “snow block” o ancora “mattoncini”. Esistono due diverse tipologie principali di buffer: quelli usati per opacizzare l’unghia e per rimuovere eventuali residui di smalto e quelli “ lucidanti” utilizzati, invece, per rifinire un lavoro di ricostruzione o per rendere più luminosa e brillante l’unghia. La diversa funzione è ottenuta tramite una composizione diversa dei buffer che possono essere più o meno porosi, con grana fine o più grossa e così via. In commercio, inoltre, sono presenti buffer con forme differenti: dalla classica forma rettangolare e a “mattoncino” a quella piramidale particolarmente indicata per i lavori di rifinitura e lucidatura. Il buffer è un accessorio davvero indispensabile per qualsiasi estetista o, anche, per chi volesse fare manicure e pedicure a casa propria. Molte tipologie di buffer sono sterilizzabili e disinfettabili e, aspetto non meno importante, il prezzo medio di un buffer è molto contenuto: si aggira infatti sulle due euro e può essere acquistato anche online.