Adalgisa, la madre del bambino morto annegato sembrerebbe responsabile del suo omicidio: la donna pensava che il bambino avesse un ritardo mentale.

Ieri, a Torre Del Greco si è consumata una vera e propria tragedia. Un bambino di 2 anni e mezzo è morto annegato mentre la madre ha tentato il suicidio. In base alle prime ricostruzione, a buttare in mare il figlio sarebbe stata proprio la donna, Adalgisa. La donna era in evidente stato confusionale e ora è accusata di omicidio volontario aggravato.

Il bambino è stato ucciso perchè ritenuto autistico

Il bambino aveva difficoltà a parlare e secondo i famigliari e la madre Adalgisa era affetto da un ritardo mentale o qualche forma di autismo. Queste ipotesi non erano supportate da referti medici ma sono state sufficienti per uccidere il bambino.

La donna avrebbe gettato il figlio in mare e poi avrebbe tentato il suicidio, bloccato da alcuni passanti che l’hanno aiutata. In base a quanto riportato su Fan Page: “Alcuni testimoni che erano nei pressi della spiaggia hanno raccontato di avere sentito la donna urlare vicino alla scogliera. Dei giovani si sono tuffati e sono riusciti a tirare fuori il bimbo dall’acqua, ma era già troppo tardi: nonostante i tentativi di rianimarlo, i sanitari del 118 hanno solo potuto constatarne il decesso per annegamento. La donna, secondo i testimoni, era in evidente stato confusionario e diceva frasi sconnesse.”

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 04-01-2022


Bimbo annegato a Torre del Greco: la mamma fermata per omicidio

Sara Pedri vittima di mobbing e depressione; gli ultimi misteri della ginecologa