Barbara de Rossi vittima di violenza: da quattro anni attende giustizia

Barbara De Rossi denunciò il suo ex Anthony Manfredonia per presunti maltrattamenti e percosse, ma attende giustizia da quattro anni

chiudi

Caricamento Player...

Oggi Barbara De Rossi è innamorata di Simone Fratini. Ha un uomo che la ama e si prende cura di lei, ma non è stato sempre tutto rose e fiori. Nel corso di un’intervista a Libero Quotidiano ha confessato:

Non entro nei dettagli della mia situazione personale ma adesso so davvero di cosa parlo. Lo sapevo anche prima, ma poi l’ho vissuto in prima persona. E mi faccio portavoce. Da quattro anni attendo giustizia. Mi rendo conto che quando c’è una violenza esplicita e minacce di morte si cerca una cosa sola: concretezza. Tante denunciano ma poi non si sentono protette. Le forze dell’ordine dovrebbero avere più potere, ma c’ è la burocrazia“.

Adesso è felice e innamorata al fianco di Simone

Lui sa prendersi cura delle mie ansie e delle mie preoccupazioni. […] Ho 56 anni e ho fatto discrete esperienze di vita, anche se non ho avuto molti uomini. Non sono fan della solitudine, mi piace dare e ricevere. Oggi ho la consapevolezza giusta per assaporare una bella persona“.

“Quando avevo 42 anni avevo un problema di salute, soffrivo di emorragie molto forti e prendevo un farmaco, il progesterone. Volevano farmi andare in menopausa e togliermi l’ utero, ma questa medicina mi ha salvato. Sei anni fa ho smesso di prendere il farmaco: ero guarita. Quindi ho perso tutti quei chili che non erano miei, che non avevo mai avuto“.

Asia Argento l’ha sostituita alla conduzione di Amore Criminale, ma Barbara non prova alcun risentimento nei suoi confronti. Nonostante ciò, la notizia di essere stata rimpiazzata, non l’aveva lasciata del tutto indifferente:

“Ci sono rimasta male, ma non ho avuto più tempo di soffrire, il giorno dopo ho ricevuto la telefonata di Mediaset e mi sono messa a costruire. Di Daria Bignardi preferisco non parlare. Anche se fossi rimasta senza la televisione, avrei fatto le stesse cose. Il mio non è un lavoro ma un impegno civile“.