Bambini: i pediatri consigliano il gioco all’aria aperta sempre

In inverno i bambini devono restare chiusi in casa per evitare malattie o contagi. Niente di più sbagliato, dicono gli esperti

chiudi

Caricamento Player...

Il segreto per non far ammalare i nostri figli o farli ammalare meno frequentemente? Concedere loro più giochi all’aria aperta, anche d’inverno. Fuori, infatti, corrono molto meno rischi infettivi di quando si trovano in locali chiusi.

Tv, tablet, pc, senza dimenticare i tradizionali giocattoli, ormai esistono tanti modi per far giocare il bambino in casa, ma non bisogna trascurare il divertimento all’aria aperta.

Anche in inverno, è importante che il piccino trascorra almeno un’ora all’aperto, ovviamente con le dovute precauzioni. Al parco giochi, o ai giardinetti comunali, si deve andare nelle ore di luce in inverno, nelle ore meno calde d’estate, e vestiti in maniera adeguata.

Meglio tenerli al calduccio? I pediatri consigliano esattamente il contrario

E’ sufficiente coprire i bambini un po’ di più perché nei primi anni di vita le capacità di termoregolazione sono minori ma per il resto via libera al gioco all’aperto: è importante che indossino cappello, guanti e sciarpa se le temperature subiscono un sensibile abbassamento. Serve, infatti, che orecchie e gola siano protette per prevenire otiti e bronchioliti tipiche di questa stagione.

Un’altra importante precauzione è quella di cambiare subito gli indumenti se a giocare all’aria aperta nella neve o sciando i bambini si bagnano gli abiti.

I malanni di stagione non possono essere evitati del tutto, soprattutto dopo aver affrontato un “autunno caldo” come quello di quest’anno: con i climi caldi, infatti, virus e batteri sopravvivono. In più, il Natale appena trascorso ha reso possibile una maggiore diffusione di virus respiratori, otiti e bronchioliti.

I consigli dei pediatri della per prevenire i malanni:

– In casa aerare i locali 2-3 volte al giorno;
– evitare contatti con soggetti malati;
– non esporre i bimbi al fumo passivo;
– coprire in modo adeguato i bambini che vanno in montagna e ricordarsi di cambiarli qualora si bagnassero.

Fonte Immagine: Pixabay